• 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
Domenica 22 Aprile 2018

benvenuti ...

... nel sito dell'antico Priorato cluniacense di  s. Egidio in Fontanella, ora Cappella vescovile. La comunità cattolica che vive nella terra bergamasca, insieme al suo Vescovo Francesco, vi saluta con semplicità e cordialità.
Sono passati più di novecento anni da quando Alberto da Prezzate fondò la chiesa di S. Egidio e il monastero benedettino adiacente. Le generazioni si sono susseguite nello scorrere dei secoli, come le stagioni, come gli eventi della piccola e grande storia degli uomini. Eppure mai han cessato di risuonare nella quiete del chiostro e all'ombra delle possenti mura di questa chiesa i passi dei viandanti. Qui sono passati uomini, con il loro carico di gioie e dolori, per rivolgere una preghiera, chiedere un aiuto, ascoltare la Parola, respirare la presenza dell'Assoluto. Nel cuore della collina, tra pietre sacre e preziosi silenzi cari al santo papa Giovanni e al poeta padre Davide Turoldo, qui sarete i benvenuti, qui dove tutto parla del Dio Trinitario Padre, Figlio e Spirito Santo, e del Crocifisso Risorto, che accoglie i passi di tutti e ciascuno. Qui, ci si fa tua compagnia, fraternamente, in questo angolo di storia che percorriamo insieme. Questa è la casa del Signore, questa è casa tua: grazie per essere qui tra noi e buon viaggio!

il Rettore

  • L' angolo

     

    Se dovessi scegliere

    Se dovessi scegliere
    una reliquia della tua Passione,
    prenderei
    proprio quel catino
    colmo d'acqua sporca.
    Girerei il mondo
    con quel recipiente
    e ad ogni piede
    mi cingerei dell'asciugatoio,
    mi curverei giù in basso,
    non alzando
    mai la testa oltre il polpaccio,
    per non distinguere
    i nemici dagli amici.
    E laverei i piedi
    del vagabondo,
    dell'ateo,
    del drogato,
    del carcerato,
    dell'omicida,
    di chi non mi saluta più,
    di quel compagno
    per cui non prego mai,
    In silenzio,
    finché tutti abbiano capito,
    nel mio,
    il tuo Amore.

     Madeleine Delbrel

     


    Via Crucis dell'oggi

    Leggi tutto
  • 1
  • Diario 

    :::: per l'ospitalità a sant'Egidio in Fontanella: animatori di gruppi parrocchiali, giovanili e adulti, possono trovare qui un luogo di silenzio operativo; perciò si privilegia la loro presenza rispetto a quella di bambini o ragazzi, anche perché i ridotti spazi della Rettoria non si confanno alle esigenze di moto dei più piccoli ::::  ::: per contatti vedi sotto nel riquadro "informazioni" :::: 

     è più che mai tempo di costruire ponti

     Da venerdì 13 a domenica 15 aprile ospitiamo una cinquantina di ragazzi scout per un campo di formazione dei tirocinanti Capo. Tre giornate intense e piene di impegni tra incontri con relatori, lavoro personale e di gruppo, momenti di preghiera e silenzio e qualche occasione di gioco e di svago. Bravissimi i coordinatori che si sono tanto impegnati per la buona riuscita e alle cuoche che per tre giorni hanno cucinato e riordinato. Nel gruppo anche don Loris,  assistente Agesci Bergamo, che nel pomeriggio di domenica celebra la Santa Messa a chiusura.   >>>   Nella giornata di sabato, il coro “Note al bivacco” di Ponte San Pietro esegue canti della tradizione scout nella nostra Chiesa per la registrazione di una raccolta.   >>>   Domenica, nel pomeriggio, salgono a piedi  da Sottoilmonte ragazzi della parrocchia di Nembro guidati dal curato don Matteo. Celebrano l’Eucarestia nella nostra Abazia a chiusura della giornata di pellegrinaggio nei luoghi del santo Papa Giovanni.   >>>   Sempre nel pomeriggio di domenica, don Tommaso, curato di Chiuduno, accompagna in un momento di ritiro una coppia di sposi con familiari e testimoni all’ormai imminente matrimonio.   >>>   Nella sera, i giovani del Vicariato dell’Isola, con i curati, si ritrovano in Abazia per  il consueto appuntamento di preghiera.   >>>   Domenica 8 aprile: Ritiro in cammino dei cresimandi della parrocchia di Curno con i catechisti e i genitori. Partiti  quasi in 250 da Curno in mattinata, dopo aver pranzato nei prati della Madonna del Castello di Ambivere, raggiungono nel primo pomeriggio la nostra Abazia per la celebrazione della Santa Messa. A guidare cammino, meditazioni e preghiere il curato don Alex.   >>>   Venerdì 6 aprile, nella sera. La Proloco SottoilMonte propone nella nostra Abazia un concerto con il gruppo Kalos Concentus. Canti e danze dei Pellegrini che nel XIV secolo raggiungevano il Santuario Mariano di Monserrat, raccolti e conservati nel Llibre Vermell.   >>>   Giovedì 5 aprile, nel primo pomeriggio. Il Vescovo e una trentina di sacerdoti della diocesi di Parma, in visita alla nostra Abazia, incontrano il Rettore che, partendo dal ricordo di monsignor Cesare  Bonicelli, loro vescovo e proprio predecessore nella parrocchia di S. Lucia,  tiene loro una meditazione  sull’unità del presbiterio che può contrastare l’apatia pastorale  >>>   Mercoledì  4 aprile, giornata di ritiro in silenzio e preghiera per una ventina di appartenenti alla Comunità Missionaria di Villaregia di Rovigo. La Santa Messa al tramonto conclude la giornata e avvia il momento del rientro.   >>>   Martedì 3 aprile, ospitiamo per una giornata di ritiro una quarantina di ragazzi della parrocchia di Azzano San Paolo che, guidati dalle catechiste e dal curato don Andrea, si stanno preparando al Sacramento della Cresima. Martedì 3 aprile  i cresimandi della parrocchia di san paolo in Azzano, per il loro ritiro accompagnati dal curato don Andrea.  >>>   Lunedì dell’ Angelo, 2 aprile: a decine in cammino lungo i sentieri  e in visita orante in Chiesa.   >>>  Domenica di resurrezione, l’1 aprile: sia nel triduo pasquale, sia nell’Eucarestia domenicale, ci si è raccolti numerosi nella promessa della resurrezione di Cristo data a noi.    >>>   Martedì 27 marzo, nella sera: la parrocchia di sant’Alessandro in Colonna in Città  si ritrova in Abazia per la lettura dei testi della Passione, con meditazione predicata dal nostro Rettore.   >>>   Lunedì 26 marzo, i giovani teologi del Seminario aprono la Settimana Santa con il consueto pellegrinaggio da Bergamo a qui camminando lungo  le colline; all’arrivo canto dei Vespri e meditazione del vescovo Francesco. La serata si conclude in allegria con la cena nel salone, offerta dal nostro Rettore.  >>>   Sabato 24 marzo, la mattina di sabato fanno tappa alla nostra Abazia una quarantina di ragazzi del Gruppo CAI di Besana Brianza in cammino lungo i sentieri del Monte Canto.   >>>   nel pomeriggio ritiro per una ventina di coppie che si preparano al sacramento del matrimonio provenienti da alcuni paesi del Vicariato dell’Isola guidati dai loro parroci; nutrita lectio guidata dal parroco di Carvico, riflessione personale, condivisione e Messa conclusiva a scandire i tempi della giornata.   >>>   Accogliamo nella sera un piccolo gruppo di ragazzi e educatori di Comun Nuovo accompagnati dal seminarista Davide che riposano per la cena dopo aver camminato nel pomeriggio seguendo l’itinerario ad anello tra Fontanella e Pontida.   >>>   Giovedì 22 marzo: Chiesa gremitissima per una serata di spiritualità  artistica della Comunità  di Seriate guidata dal parroco don Mario. La riflessione, partendo dall’osservazione della struttura architettonica della nostra Abazia , toccava i temi dell’accoglienza, della preghiera, della guida spirituale.    >>>   Nel fine  settimana dal 17 al 18 marzo ospitiamo la Comunità  Capi del Gruppo Scout Milano 4 per due giorni di formazione sul tema del discernimento.   >>>   Sabato 17 marzo, ormai quasi nella notte, un piccolo gruppo di adolescenti della parrocchia di Berbenno accompagnati dagli educatori, dal parroco don Luca e da don Sandro, collaboratore festivo, vive un momento di preghiera nella nostra Abazia, e un momento di relax nel salone grande della Rettoria.  >>>

    Leggi tutto
  • 1
  • Segnalazioni / Corrispondenze

     Libri

    M Borghesi, Jorge Mario Bergoglio. Una biografia intellettuale, ed. Jaca Book – L'abbondanza di pubblicazioni che riguardano l'attuale Pontefice, è un'abbondanza tale da rendere spesso difficile distinguere e gerarchizzare i vari contributi. Con una sovraesposizione mediatica del Papa e a certa autoreferenzialità di molti testi, che tendono a staccare la sua figura dal popolo di Dio, facendone quasi un supereroe. Tentativi di segno diverso e talvolta opposto , che hanno come effetto quello di guardare al dito che indica la luna invece che la luna, cioè alla persona e alla personalità di Francesco invece che al suo messaggio.  Il libro di Borghesi si stacca nettamente da tutta questa sovrabbondanza di titoli e contributi, e aiuta a conoscere meglio la sua personalità, non solo intellettuale. Papa Francesco non ha la pretesa di definirsi “teologoˮ e il suo messaggio riesce a passare grazie alla grammatica della semplicità, che non è mai semplicismo, perché si concentra sull'essenziale. Le radici di questa impostazione è  evidente nel documento programmatico del pontificato, l'esortazione Evangelii gaudium. Un Libro per conoscere davvero il Papa attuale, contro quelle leggende metropolitane, come le ha chiamate il cardinal Scola (e dunque contro certi suoi compagni di viaggio di Comunione e Liberazione – dal vescovo  per fortuna emerito Luigi Negri al variegato esercito del soccipensiero)  che non riconoscono in Francesco un solido pensiero; “sfatando, continua Scola, il pregiudizio secondo il quale un pensatore cattolico, soprattutto un teologo, debba per forza essere un accademico. Non è così”.

    Leggi tutto
  • 1
  • daQui

     Post- ___ Il post- come caratteristica dell’ultimo secolo. E così si è raccontato di aver attraversato, in successione, una società post-illuminista, post-fascista, post-comunista. Dando la tara: perché di illuminismo e fascismo e comunismo restano intrisi molti animi, seppur in quantità e qualità diverse, ma non tanto da incidere sulla figura della società in cui viviamo. (Senza naturalmente disconoscere i ritorni: quelli che avvengono all’est dell’Europa, o in confini tra loro estremi della geografia politica). Ora, se non ci siamo ancora, poco ci manca a definirci una società post-cristiana: qui da noi, in cui Roma è caput mundi per la sua storia millenaria e per la sede cattolica che ne ha preso il peso, e anche la zavorra. Naturalmente, i post- nella misurazione ideologica: un pensiero che non si fonderebbe più su ... san Paolo, tanto quanto si era fondato su Voltaire, Evola o Marx. (Dico su san Paolo, e non su Gesù; per raccogliere il pensiero di chi, appunto ideologicamente, indica nel cittadino di Tarso il vero fondatore del cristianesimo: in quanto sistema dottrinale e morale, se non anche organizzativo.). Ma pensare una società post- cristiana è pensare alle catacombe dei cristiani? Di primo impulso direi: perché no? Se non è un ritiro nelle sacrestie, ma uno stare in disparte rispetto alle logiche di potere del mondo; e poi uscire a mostrare la faccia di chi crede nel Risorto, fino a sfidare i colossei del nostro tempo – i colossei dell’indifferenza, dove si può essere sbranati più di tanti leoni affamati – non ve la sentireste, miei venticinque lettori, di unirvi a me in quel perché no? Messi di fronte a una radicalità evangelica di un Francesco che vive oggi in Roma come fosse nelle piane di Assisi, a ricostruire pietra su pietra una chiesuola diroccata; frustati da quella incomprensibile opposizione dal di dentro di questa Chiesa cui apparteniamo, chiamata a convertire oggi la mente prima ancora che le azioni (frustati ma non frustrati): più che mai oggi a ridire che il cristianesimo non si limita al culto ma al coinvolgimento di tutta la vita nella sua totalità. Un post- dunque che può rigenerare. Che è, alla fin fine, poter gridare il Risorto come l’uscita da una irresponsabilità per la felicità di ogni uomo. Un cristianesimo finalmente potato da rivincite di forza, e ridefinito in quella purezza dei cuori che è Vangelo. Vescovi e preti (e diaconi) finalmente ricollocati dentro il popolo di Dio, e non sopra, in quell’accezione del servizio che non può sfuggire all’esempio del Signore che si china – il suo ultimo testamento - perché si impari a chinarsi: alle sporcizie che ci accompagnano nei giorni, alle fragilità che non devono intristire ma solo immetterci ancor più nella misericordia che salva. È tempo della Pasqua che continua: qui, in Fontanella, il mattino è abitato dal canto degli uccelli. Quelli che se ne intendono, mi dicono che il primo mattino corrisponde al momento in cui sono più deboli, dopo il digiuno della notte; e gli uccelli maschi, cantando all’alba, vorrebbero dimostrare di essere pieni di energia; e di chiamare a quella compagnia che aiuta a difendere il nido per chi si è generato; e, in genere - sempre al dire di chi se ne intende - i migliori cantori sarebbero scarsamente colorati: non potendo attirare con i colori del piumaggio, utilizzano la voce. Debolezza e energia. E compagnia. E ciascuno secondo le proprie possibilità, nelle proprie diversità. Il canto degli uccelli, qui, stamane, pur in questo cielo plumbeo, foriero di tempesta, intona la promessa tramandataci dall’evangelista Matteo: Ecco io sono con voi tutti giorni, fino alla fine del mondo. È la Sua compagnia, la compagnia del Risorto. Che si nutre della compagnia di quanti sono resurrecturi: già da questa vita risorgono, si rigenerano e così rigenerano quel corpo testimoniale che è la Chiesa di Cristo. Lo crediate o no, qui sulla finestra del mio studio che dà sui tetti si è ora posato un minuscolo uccello, e dà qualche piccolo trillo. Mi conforta allietandomi. 11 aprile 2018.

    Leggi tutto
  • 1
  • INFORMAZIONI UTILI

    Attilio Bianchi, rettore

    La chiesa abbaziale
    è aperta dalle 8 del mattino fino al calar del sole.

     La Domenica, e nelle feste del Signore e dei Santi, l'Eucarestia si celebra in Abbazia alle ore 10,30.

    Per richieste personali al Rettore:
    e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. telefono: 035.4362202 (preferibilmente il mattino dalle 7,30 alle 8,30).

    Per uso degli spazi della Rettoria:
    telefonare o mandare sms al 339.3765458 o inviare mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • INFORMAZIONI UTILI

    ACCOGLIENZA GRUPPI

    Apertura: tutto l'anno.
    Attività: Esercizi Spirituali, Ritiri, Giornate di Spiritualità, Convegni. Ci si può far guidare o da propri referenti o dal rettore dell’Abbazia.Tipologia ospiti: sacerdoti, diaconi, religiose/i, giovani e adulti laici.

    Ricettività: 20 posti letto disposti in: 1 camera singola, 1 camera a 5 posti letto singoli, 1 camera a 7 posti letto a castello. Una camera è dotata di servizio privato, le restanti camere sono dotate di servizi in comune.

    Servizi: ogni giorno, possibilità di celebrazioni per gruppi.

    Casa non attrezzata per accoglienza disabili.

  • INFORMAZIONI UTILI

    SACRAMENTI
    Per disposizione vescovile in questa chiesa ordinariamente non si celebrano sacramenti di battesimo e matrimonio, se non per le persone residenti nella parrocchia_

    COME RAGGIUNGERCI:
    • auto e bus privati trovano parcheggi su via Fontanella alta e/o via Reg. Teoperga
    • treno (la stazione più vicina, Terno, dista 4 Km)
    • bus pubblici (la fermata si trova a 2 km)

    PER DONAZIONI:
    Rettoria s. Egidio
    Cassa rurale BCC di Treviglio - fil. Sotto il Monte Giov XXIII
    IT34 O 08899 61440 00000 0370654


  • 1
  • 2
  • 3
  •  Il Vangelo
    secondo santa Marta

    149. Ogni cristiano ha l’obbligo e la missione di annunciare Cristo. Ma l’evangelizzazione non può essere fatta in poltrona, bisogna essere in uscita, vicini alla gente. L’evangelizzazione è un po’ un corpo a corpo, da persona a persona. Occorre partire dalla situazione, non dalle teorie. Occorre alzarsi, accostarsi, e partire dalle situazioni, non dalle teorie.

    Leggi tutto
  • contrAppunti 

    governo - No a Berlusconi, che ha rovinato l'Italia, sì a Salvini: ma i loro partiti non hanno governato sempre insieme? Cari delle Stelle, e un po' di coerenza? Di' - Di Maio - di' che l'uno non ti piace, se devi non rovinarti una parte di elettorato, ma non dividere ciò che tanti italiani hanno tenuto insieme. Fino a d oggi.

    Leggi tutto
  • 1

Chi è on line

Abbiamo 147 visitatori e nessun utente online