Wednesday 23 August 2017

Diario

Diario :::: per l'ospitalità a sant'Egidio in Fontanella: animatori di gruppi parrocchiali, giovanili e adulti, possono trovare qui un luogo di silenzio operativo; perciò si privilegia la loro presenza rispetto a quella di bambini o ragazzi, anche perché i ridotti spazi della Rettoria non si confanno alle esigenze di moto dei più piccoli ::::  ::: per contatti vedi sotto nel riquadro "informazioni" :::: 

 Domenica 25 giugno, due i gruppi ospiti che partecipano alla  Messa comunitaria: i giovani del Decanato di Baggio, Milano  e alcuni referenti del movimento Missione Belem delle province di Bergamo e Lecco. Dopo il pranzo, i primi si dedicano alla meditazione e alla condivisione del tema proposto dagli educatori, i secondi alla revisione delle attività e alla nuova programmazione. Il rientro a casa è per tutti nel tardo pomeriggio.    >>>   Sabato 24, in Abbazia l’arcivescovo Gaetano Bonicelli celebra con il nostro Rettore in mattinata, per un folto gruppo di amici e parenti, la Santa Messa in ricordo di don Loris Capovilla, segretario del santo Papa Giovanni: ricorda alcuni tratti della vita dei due, con la commozione di chi li ha frequentati da vicino; al termine visitano insieme la tomba nel nostro piccolo cimitero.   >>>   Nel pomeriggio, l'équipe della Unità pastorale di Ponteranica, recentemente costituita,  si raduna da noi per un primo incontro di verifica dei progetti e della programmazione futura.   >>>   Giovedì 22, la mattina, Fr. Andrea Pak dell'Arcidiocesi di Daegu _ Corea celebra una Messa in lingua e canti originali per un piccolo gruppo di conterranei.  Sant'Egidio è una delle tante tappe, appositamente voluta a dire del loro parroco, del loro viaggio in Italia dopo Roma, Napoli, San Giovanni Rotondo, Lanciano, Assisi, San Giminiano e Siena.   Concelebra il rettore, che li saluta invitandoli alla testimonianza che il santo papa Giovanni ha saputo dare al mondo, soprattutto per chi abita terre difficili.   >>>   Lunedì 19, ospitiamo per l'intera giornata presbiteri e diacono dell'Unità Pastorale della Bassa val Serina alla ricerca di un luogo tranquillo per una revisione dell'anno pastorale trascorso e per iniziare a imbastire le nuove comuni attività del prossimo.    >>>   Sabato 17 , il Rettore celebra una Santa Messa di ringraziamento per il cinquantesimo anniversario di matrimonio dei coniugi Trovesi,  tornati per l'occasione nella Chiesa dove padre Turoldo celebrò le loro nozze.   >>>   Giovedì 15, nella sera. Alla celebrazione in ricordo di Flavia, il marito Italo e i tre figli si vedono raccolti attorno i numerosissimi amici venuti da S. Lucia, e i familiari dall’alta Val Brembana. Il Rettore offre una meditazione sul tema della consolazione: che viene dalla Spirito e che chiede di essere spartita  nella quotidianità dei rapporti. Una convivialità nel salone dell’Abbazia chiude a tarda serata nella serenità che nasce dalla speranza cristiana.  >>>    Domenica 11 giugno, solenità della Ss.Trinità: alla Messa comunitaria delle dieci e trenta suor Romana Biella, attorniata da parenti e amici,  ricorda il cinquantesimo anniversario di vocazione religiosa nella Famiglia del Sacro Cuore di Gesù.   >>>   Sabato 10, la mattina mons. Ubaldo Nava celebra una Messa di ringraziamento nel giorno del cinquantesimo anniversario di matrimonio di Maria e Giuseppe Arrigoni, suoi compagni di giochi dell'infanzia.   >>>  Sempre nella mattinata di sabato, momento di ritiro per i catechisti della parrocchia di Valtesse accompagnati dal curato don Luca: incontrano il Rettore per una meditazione...   >>>   Giornata intensa di formazione e confronto per l'equipe educativa dell'oratorio di Ponte San Pietro: passaggi faticosi ma necessari per essere adeguatamente preparati ad affrontare le sfide dell'accompagnamento di bambini e ragazzi.   >>>   Nel primo pomeriggio alcune coppie dell'equipe Notre Dame di Bergamo, accolti dalle melodie del nostro organo,  si ritrovano in Abbazia per un momento di riflessione guidato da don Massimo Epis.  A seguire, dopo il silenzio e la meditazione di coppia, passeggiata a piedi verso la Madonna di Prada di Mapello.   >>>   Venerdì 9 giugno: giornata di lavoro, nel silenzio della nostra casa, per i presbiteri di Ponte San Pietro, Presezzo, Ghiaie e Locate alla ricerca di "nuovi modi di essere Comunità".   >>>   Da giovedì 8 a venerdì 9 ospitiamo in accoglienza un gruppo di amici legati alle suore Missionarie Comboniane e provenienti da diverse città (Bergamo Padova Brescia Milano...) in pellegrinaggio a piedi sui luoghi dei santi papi Giovanni XXIII e Paolo VI. Partiti dal santuario della Madonna del Castello di Ambivere hanno raggiunto prima Sotto il Monte e poi dal sentiero di SanGiovanni sono saliti fino a qui. La sera prima della cena e del meritato riposo, il Rettore celebra la santa Messa ricordando il loro impegni missionario. La mattina presto di venerdì ripartono, dopo la preghiera delle lodi in Chiesa, con destinazione Bergamo Città Alta e Brescia in serata.   >>>   Domenica 4, Pentecoste: un gruppo di famiglie provenienti da Talamona, Sondrio dopo aver partecipato alla Messa comunitaria sono in visita guidata alla Chiesa, prima di scendere nel salone grande per il pranzo. Nel pomeriggio dopo la visita al cimitero sulle tombe di padre Turoldo e il cardinal Capovilla, partenza per Sotto il Monte nei luoghi del Santo Papa Giovanni.   >>>   Sabato 3: mattinata di riflessione sulle nuove sfide educative per il gruppo catechisti delle parrocchie di Botta e Sotto il Monte, guidati dal curato don Leonardo.   >>>   Dal tardo pomeriggio fino alla mattina di domenica ospitiamo in accoglienza il piccolo gruppo della classe seconda media della parrocchia di Botta con le catechiste Donatella e Laura. Un po' di tempo dedicato allo stare insieme nella preghiera, nella condivisione degli spazi e nel ringraziamento per i doni da poco ricevuti con il Sacramento della Cresima: un gruppo che ha vissuto con impegno il silenzio di questo luogo.   >>>   Venerdì 2, nella mattinata. Raggiungono la nostra Abbazia accompagnati dal parroco don Luigi, una trentina di persone provenienti da Lucino, diocesi di Como. Accolti dal Rettore celebrano la Messa in Abbazia. A seguire sono attenti e interessati alla visita guidata alla storia e all'architettura del monastero di Fontanella.  

nella PENTECOSTE: la Chiesa celebra il suo natale: 
grazie proprio a questo Spirito santo che discende nel cuore dell'uomo si dà la chiesa.
E. Nolde, Pentecost, 1909, collezione privata.

 Emile Nolde (1867-1956) è stato il più religioso tra i pittori espressionisti. Dal 1909 i temi biblici entrano prepotentemente nel suo repertorio, realizzando opere con colori pieni e contrastanti, con una tecnica fatta di pennellate ampie e decise che danno ai suoi quadri un aspetto visionario. La sua posizione di pittore cristiano fu assai difficile, odiato dai nazisti che gli chiedevano di raffigurare Gesù e gli apostoli con fattezze ariane e che, nel 1937 condannarono le sue tele giudicandole arte degenerata. In questa pentecoste si possono notare i volti degli apostoli in primissimo piano, sovrastati da fiammelle che rappresentano lo Spirito santo, occupano quasi tutto lo spazio con i colori incendiari e palpitanti. La tela raffigura un Cristo attorniato dai discepoli reso per grandi campiture di colori per lo più freddi, accostati a quelli caldi del carnato. Esattamente come per le altre sue opere a carattere sacro, non è lo spazio o la temporalità a giocare il ruolo fondamentale, ma l’espressività dei soggetti, che rivelano sentimenti ed emozioni in modo particolarmente intenso.

 Giovedì 25 maggio: don Enrico, parroco di Civello di Villaguardia, Como, celebra in mattinata la Santa Messa per una quarantina di parrocchiani giunti in pellegrinaggio a Fontanella per ascoltare prima, la storia millenaria dell'Abbazia, e poi i segreti della produzione del vino alla cantina del Cavril.   >>>   Lunedì 22 , i dieci sacerdoti ordinati nel 2009 per la Chiesa di Bergamo, concelebrano la sera qui, nel raccoglimento di queste pietre abbaziali, una Santa Messa di ringraziamento alla vigilia dell'anniversario.   >>>  Domenica 21: per l'intera giornata ospitiamo I ragazzi cresimandi della parrocchia di Calolzio con i catechisti e il curato don Matteo per una giornata di ritiro in preparazione al Sacramento che riceveranno la prossima domenica. Giornata intensa iniziata con la partecipazione alla Messa comunitaria e culminata con la silenziosa riflessione personale e il sacramento della Riconciliazione  nel pomeriggio.   >>>   Arrivati qualcuno a piedi da SottoilMonte altri in pullman  fino a qui, i parrocchiani di Premolo guidati da don Gianluca riempiono la nostra Chiesa nel primo pomeriggio e, dopo il saluto del Rettore, celebrano la Santa Messa in apertura del pellegrinaggio nei luoghi del Santo Papa Giovanni.   >>>  Sempre nel pomeriggio una quindicina di persone appartenenti alla Confraternita del Santa Croce di Cimavilla di Trofarello, Torino sono in visita guidata alla storia della nostra Abbazia a conclusione di un fine di settimana di preghiera in terra bergamasca (da Madonna delle Ghiaie a Sotto il Monte...).    >>>   Ancora nel pomeriggio, incontro di lavoro per i catechisti degli adolescenti della parrocchia di Città Alta che "si ritirano" qui per un momento di revisione e di nuove programmazioni.   >>>   Sabato 20,  ospitiamo per l'intera giornata il gruppo famiglie della parrocchia di San Paolo in Milano. In mattinata si dedicano alla visita guidata alla storia e all'architettura della Chiesa e all'incontro con p. Espedito per avvicinare la figura di Padre Turoldo. Il pomeriggio, dopo aver goduto della giornata estiva passeggiando lungo i sentieri della collina, vivono un momento di riflessione e di scambio sul tema proposto nell'anno.   >>>   Giovedì 18 maggio, parrocchiani di Gaverina Terme con il parroco don Omar risalgono la collina per pranzare in lieta compagnia, e poi metersi in ascolto deòle narrazioni sull'Abbazia.  >>>   Martedì 16 Bambini di Romano Cappuccini, con il curato don Daniele, celebrano qui, tra le antiche pietre, la loro seconda Prima Comunione  >>>   Domenica 14 , nella sera: "Non vi lascerò mai soli " è il rasserenante messaggio al quale sono chiamati a meditare e pregare i giovani del Vicariato dell'Isola accompagnati dai loro curati, nell'ormai tradizionale appuntamento a Fontanella.   >>>   Per l'intera giornata ospitiamo I cresimandi della parrocchia di Alzano Sopra, accompagnati dai genitori, dalle catechiste, dal curato don Tiziano e dai seminaristi Gabriele e Taddeo per una giornata di ritiro in preparazione al Sacramento che riceveranno la prossima domenica. A metà pomeriggio,  prima di rientrare a casa, celebrano la Santa Messa invocando i giusti sentimenti per ricevere lo Spirito Santo, anche nel canto del "Veni Creator".  >>>   nel pomeriggio, Invitati a Sotto il Monte per un concerto nel Giardino della Pace e di passaggio da Fontanella per il pranzo al Vitigno,  i coristi dell'Uni3 della Città di Fidenza chiedono di cantare nella nostra Abbazia: emozionati intonano "Signore del silenzio" e "Gaudete" applauditi dalla comunità di Alzano già riunita per la celebrazione. Ripartono felici e grati per l'accoglienza ricevuta e per l'onore di aver cantato in una Chiesa dalla storia millenaria.   >>>   sempre nel pomeriggio, in pellegrinaggio a Sotto il Monte, visitano la chiesa abbaziale una quarantina di aderenti al Gruppo Missionario della Comunità di Villaregia di Lonato. Dopo aver chiesto protezione al Santo Papa per le loro Comunità sparse nei luoghi più difficili del mondo, vivono un momento di riflessione e di preghiera seduti nel prato sotto al sagrato prima di rientrare alle loro case.   >>>   Fine settimana di convivenza per i gruppi Adolescenti delle parrocchie di Prezzate e Busnago, in una sorta di gemellaggio favorito dall'amicizia fra i loro educatori. Prima volta che si ritrovano a condividere spazi, tempi e riflessioni imparando a stare insieme anche con il gioco e il tempo della preghiera. La domenica mattina partecipano alla Messa comunitaria.   Una bella presenza, raccolta e motivata.    >>>   Venerdì 12 maggio, la sera: il gruppo scout di Treviglio Primo si ritrova nel salone grande della nostra Rettoria per una cena condivisa e per un'attività di programmazione del gruppo.   >>>   Lunedì 8, al suono delle campane del mezzogiorno, don Ezio Bolis celebra la Santa Messa per una trentina di novizie e postulanti dell'USMI lombarda. Dopo la mattinata da pellegrinaggio dal santo Papa Giovanni, trascorrono il resto della giornata a sant'Egidio condividendo prima il pranzo nel salone poi il tempo della conoscenza nelle passeggiate e nelle conversazioni nel chiostro.   >>>   Sabato 6 maggio. Già alle nove la chiesa si riempie di camminatori dell'Associazione "Cuore e Batticuore " giunti da Sotto il Monte via colle San Giovanni. Per loro momento musicale con chitarra classica e flauto traverso, viaggio fra le note in quota e qua e là per l'Europa. Poi di nuovo in cammino verso Pontida e Odiago.   >>>  Verso mezzogiorno un piccolo gruppo di giovani legati al Pime di Monza giungono a piedi da SottoilMonte per un momento di preghiera e di testimonianza in Abbazia.  >>>  Giovedì 4 verso sera: nel salone grande della Rettoria cerimonia di consegna del premio Francesco Arrigoni, giornalista. Nella quinta edizione si è deciso di premiare la Fondazione Francesca Pecorari di Gorizia impegnata da più di un decennio nel finanziamento di scuole e asili in terre di missione e di guerra. Presenti numerosi amici, parenti e colleghi giornalisti tra cui Gianni Mura, che collabora con la famiglia nella scelta dei candidati. Chiusura della serata al Cavril per una cena offerta dall'Associazione Ristoratori.   >>>   Mercoledì 3, mattinata di ritiro per I sacerdoti del Vicariato di Mapello-Ponte, in conclusione del cammino di meditazione tenuto da padre Marcello dei Cappuccini dell'ospedale Papa Giovanni.   >>>   Lunedì 1: genitori e bambini della quinta elementare della "casa gialla" della Scuola Cittadini di Ponte San Pietro giunti a piedi da Prada partecipano alla Messa celebrata da don Alessandro,  curato di Martinengo.  Nei doni portati all'altare e nelle preghiere i sentimenti di riconoscenza per gli anni vissuti insieme ma anche le speranze e le trepidazioni per il nuovo cammino delle medie che li attende.   >>>   Sotto una pioggia battente, a metà mattina giunge a piedi dalla Madonna del Castello di Ambivere il piccolo gruppo di cresimandi della Bassa val Serina accompagnati da don Matteo Bettazzoli referente per i sacramenti dell'unità pastorale, e dal parroco don Fulvio Agazzi. La nostra Abbazia è l'ultima tappa del loro ritiro itinerante lungo i sentieri che portano qui. Nel pomeriggio, con l'arrivo dei genitori, momento di preghiera e di adorazione in Chiesa prima del rientro a casa.   >>>   Domenica 30 aprile raggiungono la nostra Abazia alcune signore volontarie del Gruppo Caritas di Treviglio con le loro ospiti provenienti dal Brasile e dalla Francia. Per loro visita guidata, con traduzione in lingua portoghese e francese.   >>>   A metà pomeriggio, arrivati a piedi da Sotto il Monte i bambini di quarta elementare della parrocchia di Nembro con le loro catechiste e il curato don Matteo celebrano la Messa a conclusione del pellegrinaggio. Poi di nuovo a piedi fino a Botta dove li attende il pullman.    >>>   Tra le numerose persone che in questi giorni di festa hanno visitato la nostra abazia lasciando un ricordo o una richiesta di preghiera nel libro all'ingresso, ricordiamo gli istruttori del corso di alpinismo giovanile del CAI di Calolziocorte che chiedono aiuto e protezione per i bimbi loro affidati.   >>>  Martedì 25: intensa giornata di lavoro per don Emanuele parroco di Ambivere con il gruppo di volontari che sta lavorando al nuovo progetto dell' oratorio "Il cortile". A fine giornata, Santa Messa per chiedere la grazia del discernimento nelle nuove scelte da affrontare.   >>>   Verso mezzogiorno è don Giuseppe Basile della parrocchia di sant'Antonino in Piacenza  a celebrare l'eucaristica per la Comunità della Casa della Carità delle Carmelitane minori: comunità in pellegrinaggio da Papa Giovanni per chiedere protezione nella loro impegnativa opera di assistenza alle persone fragili, sia nel fisico che nel cuore.   >>>   La sera, dopo la cena nel salone,  piccolo momento di preghiera inper il gruppo degli animatori maggiorenni dell'oratorio di Zanica accompagnati dal curato don Mattia.   >>>   Dalla sera fino al mattino del mercoledì in accoglienza tre curati del Vicariato dell'Isola si ritrovano per pensare alle nuove attività rivolte ai giovani ma anche per una convivialità corroborante.   >>>   Sabato 22 , nella mattinata: visita guidata alla nostra Abazia per una trentina di volontari della Parrocchia di San Rocco in Sondrio, prima tappa della loro giornata nei luoghi del Santo Papa Giovanni.   >>>   Nel pomeriggio, si celebra l’Eucarestia in memoria di Leo, da Nembro: una cinquantina di parenti e amici del gruppo "del giovedì " molti dei quali partiti a piedi all'alba.   >>>   Mercoledì 19 aprile, monsignor Leone Lussana, parroco di Torre Boldone, passa con alcuni preti romani e il vescovo di una diocesi del casertano - suoi condiscepoli ai tempi della permanenza nel Seminario romano - per un devoto omaggio al luogo di silenzio e preghiera: li accoglie il nostro Rettore    >>>   Nel tardo pomeriggio, raggiungono la nostra Abbazia un'ottantina di aderenti all'Università della terza età dell'Associazione Anteas di Treviglio per una visita guidata: ultima tappa del loro pomeriggio nei luoghi di sant'Alberto e Papa Giovanni. Ad accoglierli il nostro Rettore per un saluto e il loro già sindaco Luigi Minuti per la guida.   >>>   Martedì 18, la mattina. Don Giampaolo curato delle parrocchie di Castione, Dorga e Bratto e don Guido parroco di San Lorenzo in Rovetta celebrano nella nostra Chiesa la Santa Messa con il gruppo chierichetti delle loro comunità. Poi, partenza a piedi verso Sotto il Monte lungo il sentieri del Monte Canto per passare il resto della giornata nel paese del Santo Papa Giovanni.   >>>   Saliti a piedi dal sentiero della Madonna del Castello di Ambivere,  all'ora di pranzo raggiungono l'Abbazia una sessantina di Cresimandi della parrocchia di Azzano san Paolo accompagnati dal curato don Andrea e dalle catechiste.  Dopo il pranzo nel salone, un  momento di riflessione e poi un poco in libera uscita: alle sedici, la celebrazione della Messa prima di ripartire di nuovo a piedi verso Botta dove li attende il pullman.  >>>   Il 9 aprile, domenica delle Palme, nel tardo pomeriggio, ospitiamo il gruppo Adolescenti della parrocchia di Bonate Sotto accompagnati dagli educatori e  dal curato don Mattia per la penultima tappa del loro ritiro itinerante di Quaresima lungo i sentieri che da Mapello portano a qui. Dopo la meditazione, discesa verso Botta per la celebrazione della Messa a conclusione.    >>>    Dei giorni pasquali sentita partecipazione sia nella messa in Coena Domini, sia nella Liturgia della Passione, sia soprattutto il Sabato della Grande Veglia: sotto un temporale con grandine, il fuoco è stato acceso, e con l’acqua nuova e la nuova luce ha ridato speranza alla ri-Creazione del mondo che la presenza del Risorto non lascerà mai mancare, nonostante che la nostra follia generi continuamente guerre e violenza.   >>>  Martedi 11, nella sera. Consueto pellegrinaggio della parrocchia di Sant'Alessandro in Colonna in preparazione alla Pasqua. Lettura della Passione, meditazione del nostro Rettore sulle solitudini citate nel passo di Vangelo e preziose musiche di archi e canti, con il Coro Ghirlanda Musicale a solennizzare la paralliturgia che si è protratta nella prima notte.   >>>   Lunedì 10. Gli studenti di Teologia del Seminario di Bergamo, partiti a piedi nel primo pomeriggio da Bergamo per il tradizionale pellegrinaggio del Lunedì Santo, raggiungono verso sera la nostra Abbazia per la celebrazione della Santa Messa presidiata dal Vescovo Francesco. Sono poi tutti ospiti del Rettore nel salone grande per una cena in allegria pre-pasquale.   >>>  >>>   Il 9 aprile, domenica delle Palme, nel tardo pomeriggio, ospitiamo il gruppo Adolescenti della parrocchia di Bonate Sotto accompagnati dagli educatori e  dal curato don Mattia per la penultima tappa del loro ritiro itinerante di Quaresima lungo i sentieri che da Mapello portano a qui. Dopo la meditazione, discesa verso Botta per la celebrazione della Messa a conclusione. Dal mattino sabato 8 a domenica 9 ospitiamo in accoglienza il Gruppo Famiglie della Comunità pastorale Regina degli Apostoli_diocesi di Milano guidati dal diacono Alberto. Nel pomeriggio del sabato sono circa una sessantina ad ascoltare la meditazione del parroco don Luca sulla "dimensione dell'amore", a celebrare la Santa Messa e a cenare nel salone grande. Una ventina di loro rimane per la notte e nella domenica, celebra la liturgia delle Palme con la Comunità. Nel pomeriggio nuovo incontro con il diacono prima di riordinare e riprendere a malincuore la strada verso casa.   >>>   Sabato 8, mattina. Il Rettore celebra una Santa Messa di ringraziamento per ricordare un cinquantesimo anniversario di matrimonio. Verso mezzogiorno,  don Angelo, già  prete operaio, celebra la Messa a suffragio di un collega scomparso. Pregano con lui una ventina di ex compagni di lavoro giunti dalle provincie di Milano Lodi e Rimini.>>>  venerdì 7 l'elevazione musicale del coro di Terno d'isola accompagna, copn finezza di esecuzione, densi testi di meditazione sulla passione del Signore, nell'immediata preparazione alla Settimana Santa.    

L’abbiamo visto e udito e toccato


particolare, Trento Longaretti


In Preparazione
  • Martedì 11 aprile ore 20,30 Elevazione musicale con meditazione sulla Passione
  • sabato 15 aprile ore 10-12 e 16-18 Possibilità di ricevere il sacramento della Riconciliazione
Invito a tutta la Pasqua
  • La solennità annuale di Pasqua si celebra nell’estensione dei tre giorni del Triduo del Signore crocifisso, sepolto e risorto.
  • Il Triduo – è importante sottolinearlo – non è una preparazione alla Pasqua (come può essere, ad esempio, un triduo di preparazione alla festa patronale) ma è la solennità della Pasqua che viene celebrata nei tre giorni, i quali hanno la stessa importanza e solennità liturgica.
  • Tale continuità viene rimarcata dall’assenza del congedo al termine delle celebrazioni maggiori del Triduo, in modo quasi da porre l’assemblea cristiana in stato di permanente convocazione liturgica a partire dalla Messa “in Cena Domini” del Giovedì Santo. 

Domenica 2 aprile:don Alex curato della parrocchia di Curno  celebra nel primo pomeriggio la Santa Messa in una Chiesa stracolma di ragazzi cresimandi, genitori, padrini e madrine. Tappa conclusiva del pellegrinaggio che li ha portati a piedi dal loro Oratorio a qui, salendo lungo il sentiero di Mapello.   >>>   Pomeriggio di ritiro per una sessantina di adolescenti della parrocchia di Cologno al Serio accompagnati dagli educatori e dal curato don Gabriele. Tema per la riflessione la pagina del Vangelo di Giovanni sul momento della lavanda dei piedi. La sera, dopo cena, celebrazione della Santa Messa di ringraziamento, prima di ripartire verso casa.   >>>   Da sabato 1 a domenica 2 ospitiamo in accoglienza il gruppo adolescenti della parrocchia di Santa Lucia in Bergamo con il curato don Andrea, per il loro ritiro quaresimale.   >>>   Da domenica 26, settimana di fraternità per il gruppo di educatori della parrocchia di Spirano accompagnati dal curato don Danilo. Giornate intense tra lavoro, studio, impegni in parrocchia e Comune ma, a loro dire, consuetudine ormai necessaria per cementare i grandi legami che li uniscono.   >>>   Da sabato 25 a domenica 26 marzo ospitiamo in accoglienza un gruppo di ragazzi di terza media della parrocchia di Ponte San Pietro accompagnati dagli educatori e da Suor Terry per un piccolo ritiro in preparazione alla Pasqua. La domenica verso l'ora di pranzo vengono raggiunti dai genitori e dal parroco don Luigi per la celebrazione della Messa e per il pranzo insieme nel salone grande della Rettoria.   >>>   nel pomeriggio, il gruppo adolescenti della parrocchia di Presezzo accompagnati da educatori e seminarista vive nella nostra Abazia un momento di ascolto e di "silenziosa" meditazione sul tema "Dal tradimento alla grazia - il tradimento di Pietro e i nostri tradimenti"  Seconda tappa della loro giornata di ritiro itinerante lungo i sentieri del Monte Canto.   >>>   Sabato 25, nel pomeriggio: saliti da Pontida fanno tappa alla nostra Abbazia  per un piccolo momento di preghiera i ragazzi di quinta elementare della parrocchia di Bolgare accompagnati dalle catechiste e dal curato don Cristian. Meta del loro cammino la casa natale del Santo Papa Giovanni per un fine settimana di ritiro.   >>>   Giovedì 23, visita guidata alla storia della nostra Abbazia per una cinquantina di aderenti al Movimento terza età della parrocchia di Usmate-Velate per il loro pomeriggio di visita ai luoghi di Sant'Alberto da Prezzate.   >>>   Martedì 21 nel pomeriggio, Fra’ Dario della Comunità Francescana di Baccanello celebra una Santa Messa in suffragio di Daniela Crippa, nel primo anno dalla scomparsa. A pregare in suo ricordo,  una trentina di amici e colleghi insegnanti giunti dalla vicina Brianza.    >>>   Lunedì 20 marzo, ospitiamo per una cena nella suggestiva tranquillità della nostra Abazia, alcuni Rettori di importanti Santuari italiani accompagnati da don Claudio parroco di Sotto il Monte.   >>>   Domenica 19: nel pomeriggio seminario di studio su "Nonviolenza. Si scrive così. Si fa così."  per una 50 di giovani provenienti da diversi paesi della nostra diocesi. A coordinare i lavori volontari dell'Associazione Operazione Colomba. La sera Veglia di preghiera in comunione con i cristiani di Terrasanta a 13 anni dall'inizio della costruzione del muro di apartheid, promosso dalla diocesi di Bergamo e da varie associazioni del territorio sensibili alla realtà di quei luoghi.  Fra le altre presenze, saluto e testimonianza di Abuna Raed Abunsahlieh, direttore della Caritas di Gerusalemme.   >>>   Sabato 18: il Rettore, delegato dal Vescovo, conferisce il sacramento della Cresima a Giulia Manzo, della diocesi fiorentina   >>>   Nel tardo pomeriggio un gruppo di volontari e di aderenti all'Azione Cattolica della parrocchia di Casale sul Sile - Treviso, accompagnati dal parroco don Daniele e dal vicario don Loris sono in visita guidata alla storia e all'architettura della nostra Abazia. Seconda tappa,  dopo Caravaggio, del loro fine settimana in terra bergamasca. Il Rettore li invita al buffet lasciato dai familiari della Cresimata >>>   Nella sera,  il curato di Capriate don Dario,  celebra nella nostra Abazia una Messa con una quindicina di giovani. Momento di preghiera prima di una serata di pizza e allegria.  >>>   Giovedì 16 marzo  ospitiamo consiglieri e organizzatori del Consorzio Ribes delle cooperative sociali delle Acli di Bergamo per un pomeriggio di formazione.   >>>   dal 12 al 18 marzo, per l'intera settimana ospitiamo in accoglienza il gruppo- giovani delle parrocchie di SottoilMonte e Botta, con il curato don Leonardo. Settimana di fraternità tra lavoro e tanto studio, per qualcuno, e poco sonno per tutti.     >>>   Domenica 12 marzo giornata di ritiro per i gruppi caritativi della parrocchia San Pio X - Celadina_ Bergamo. Guidati dal nostro Rettore, sul tema dell’impegno dei cristiani per il mondo: tra attualità e evangelo, con lavori di gruppo e con la partecipazione all’Eucarestia di comunità.    >>>   Nel pomeriggio ospitiamo per una visita guidata alla storia e all'architettura della nostra Chiesa una quarantina di persone provenienti da Novara e legate al locale Monastero francescano di San Nazzaro della Costa. Ad accompagnarli, padre Pietro, Cappuccino.   >>>   La sera, veglia di preghiera per la Quaresima dei giovani del Vicariato dell'Isola, una cinquantina di ragazzi e cinque curati uniti nella "gioia di incontrare Gesù".    >>>   Da sabato 11 a domenica 12 ospitiamo in accoglienza il Clan del gruppo scout di Cologno al Serio per un fine settimana di riflessione sulla proposta educativa dell'anno.   >>>   Sabato 11  nel tardo pomeriggio: pPrima di tornare a casa dopo la giornata trascorsa nei luoghi di papa Giovanni e padre Turoldo,  una trentina di persone della Parrocchia di Prato di Correggio in San Martino in Rio _ Modena, accompagnati dal vice parroco don Luca, celebrano la Santa Messa nella nostra Chiesa.   >>>   Venerdì 10, la sera. Il gruppo degli Ado_2000 della parrocchia di Petosino accompagnati dagli educatori e da don Gianluca, raggiunge la nostra Chiesa per un momento di raccoglimento e di preghiera.    >>>   Lunedì 6, la sera. I catechisti della parrocchia di Presezzo vivono nella nostra Chiesa il loro momento di ritiro per la Quaresima, guidati dal  parroco don Giacomo.   >>>  Domenica 5: giornata di ritiro per un gruppo di giovani della parrocchia di San Paolo d'Argon accompagnati dal curato don Matteo e da due novizi cappuccini. Giornata di tanto silenzio per immettersi nell'autentico spirito quaresimale.   >>>   Da sabato 4 domenica 5 ospitiamo in accoglienza i Capi Scout del gruppo di Cologno al Serio per due giorni di programmazione, di riflessione e "discernimento".   Per l'intera settimana don Alessandro e don Luca, sacerdoti della Diocesi di Milano, sono ospiti della nostra accoglienza per una settimana di esercizi spirituali: silenzio e preghiere.   >>>   Sabato 25 febbraio, quasi nella notte. Un piccolo gruppo di ragazzi di terza media della parrocchia di Cernusco sul Naviglio, accompagnati dal curato don David Riboldi,  vivono un momento di preghiera nella nostra Chiesa dopo aver camminato nel buio del sentiero verso Cabergnino per ammirare cielo e pianura.   >>>   Da venerdì 17 a domenica 26 giornate di ritiro per i gruppi giovani del Vicariato di Scanzo_Seriate, accompagnati dai loro curati. Giornate intrise di riflessioni, di silenzio e di preghiera, anche notturna nella veglia del sabato.   >>>   Domenica 19 torna anche quest'anno don Emilio Gnani, sacerdote del Seminario di Seveso, riunendo la numerosa famiglia sparsa in varie provincie lombarde, per la celebrazione di una Messa in ricordo dei parenti defunti e per una gioiosa convivialità nel salone della Rettoria.   >>>   Martedì 14, la mattina è ospite la direttrice dell'ASL bergamasca dott.ssa Mara Azzi,  accompagnata da alcuni stretti collaboratori è in visita guidata alla nostra Chiesa. Una delle tante tappe nella provincia perché, a suo condivisibile dire, lavorare per un territorio vuol dire anche conoscerlo nelle sue radici e nella sua storia.   >>>    Domenica 12. Ospitiamo una cinquantina di ragazzi delle medie della Parrocchia di Monte Marenzo accompagnati dal parroco don Giuseppe, dalle catechiste e da alcuni genitori. Dopo un allegro pranzo al sacco nel salone grande della Rettoria, una piccola passeggiata fino al piccolo cimitero. E a seguire, prima la preghiera e poi visita guidata alla storia e all'architettura della nostra Chiesa: complimenti a questi ragazzi ascoltatori attenti e interessati.   >>>  Sabato 11, nella notte: don Manuel Belli a capo di una ventina di ragazzi scout provenienti da tutta la Lombardia raggiunge la nostra Abazia camminando da Città Alta fino a qui lungo i sentieri della collina. Si tratta di ragazzi dell'Agesci che nei prossimi mesi affronteranno il Cammino di Santiago. Dopo il meritato sonno ristoratore, la mattina di domenica, momento di riflessione in Chiesa, preghiera di incoraggiamento e primo timbro sulla Credenziale, quello della nostra Abazia. E poi di nuovo in cammino verso Pontida per il pranzo e il rientro a casa.   >>>   Martedi 7 febbraio: visita guidata in doppia lingua italiano-tedesco per un gruppo di studenti di quarta dell'Istituto turistico Maironi di Ponte San Pietro e per una quindicina di loro coetanei arrivati dalla Vestfalia per una settimana in terra bergamasca.   >>>   Domenica 5, "sold out", come dicono gli anglofili: nell'Eucarestia delle10,30, nel ricordo di padre Turoldo a venticinque anni dalla morte celebrano con noi gli Aclisti di Cisano Bergamasco accompagnati da padre Andrea Butta, dei Servi di Maria, priore di San Carlo al Corso, e loro conterraneo; padre Riccardo Rota Graziosi, di Mapello, francescano, nel 40^ anniversario di matrimonio, accompagna il fratello e la cognata,i cui figli solennizzano in musica la celebrazione  >>>    In Rettoria per l'intera giornata: ritiro per le coppie che si preparano al matrimonio dell'unità pastorale Mapello Ambivere Valtrighe. Riflessioni e condivisione sotto la guida di don Emanuele. Nel pomeriggio Messa in Abazia a conclusione della giornata.    >>>   E ancora, intensa giornata di lavoro per l'equipe educativa della parrocchia di Cenate Sotto accompagnati dal parroco don Enrico.  >>>   Dal pomeriggio di sabato 4 a domenica 5 ospitiamo in accoglienza il gruppo scout di Brugherio, per la prima volta in cammino sui sentieri del Monte Canto.   >>>   Mercoledì 1,  padre Marcello dei Cappuccini dell'ospedale di Bergamo guida il consueto ritiro dei sacerdoti del Vicariato Mapello_Ponte.    >>>   Domenica 29 gennaio: ospitiamo un gruppo di amici legati al Movimento di Comunione e Liberazione per la loro consueta Scuola di Comunità mensile.   >>>   Domenica 22: giornata di ritiro e di revisione per i catechisti giovani della parrocchia di Boltiere accompagnati dal curato don Luca.   >>>   Da sabato 21 al pomeriggio di domenica 22, in accoglienza ospitiamo la Comunità Capi del gruppo Scout di Trezzo_Vaprio, ormai affezionati frequentatori della nostra casa.    >>>   Domenica 15 gennaio, nella sera. "Ecco l'Agnello di Dio" è il richiamo a cui ha risposto un gran numero di giovani del Vicariato dell'Isola che si sono ritrovati con i loro sacerdoti per un momento di preghiera nella nostra Abazia. A seguire biscotti e tisane nel salone: perché i legami si intrecciano anche così.   >>>   Sabato 14, la mattina: una trentina di volontari e sostenitori del PIME di Monza si ritrovano alla nostra Abazia per una Messa di ringraziamento. A presiedere la celebrazione  Padre Jaime, padre Lorenzo e padre Giuseppe: dal Brasile, dalla Tailandia, dalla Guinea Bissau, dall'Italia; perché il cuore del PIME è ovunque.

  >>>   Da sabato 7 a domenica 8 ospitiamo in accoglienza una quindicina di ragazzi del gruppo di seconda media dell'oratorio di Bonate Sopra. Due giorni pensati dagli educatori Chiara e Mosè per insegnare loro a stare insieme e a condividere tempi ed emozioni.   >>>   Da giovedì 5 a sabato 7 gennaio il Gruppo Scout Milano 3_88  è nostro ospite in accoglienza. Giorni di grandi passeggiate lungo i sentieri del Monte Canto ma anche di "grandi riflessioni ", complice forse l'inizio del nuovo anno che invita a fare progetti e propositi.   >>>   Mercoledì 4, nella tarda serata. Dopo un rocambolesco rientro in treno da Milano, don Tiziano e un piccolo gruppo di giovani dell'oratorio di Alzano celebrano la Santa Messa in Abazia. La mattina di giovedì, veglia ed Eucaristia per affidare al Signore le fatiche, gli impegni e le gioie del nuovo anno. La partenza verso mezzogiorno per il pranzo in oratorio.  >>>   Il Natale, nelle celebrazioni della nostra Abbazia, ha visto dalla santissima Notte all’Eucarestia dell’Epifania, l’alternarsi di numerosi amici della collina_ la carità ha raccolto, tra viveri e denaro, circa millequattrocento euro per le Monache di Clausura, e cinquecento euro per il baby ospital di Betlemme   >>>   Venerdì 23 dicembre, all'alba. Don Manuel Belli accompagnato da una trentina di ragazzi (alcuni Scout,  altri del gruppo Samuele, altri della parrocchia di Madone) raggiunge la nostra Abazia dopo aver camminato nella gelida notte dal Seminario di Città Alta fino a qui per celebrare una Santa Messa di ringraziamento e di augurio.   >>>   da sabato 17 a domenica 18, in accoglienza. ritrovo degli animatori dell'oratorio di SottoilMonte per un momento di riflessione "natalizia".   >>>   Sabato 17 sera, una quarantina di aderenti ai Cenacoli Giovannei della nostra diocesi, accompagnati dal responsabile don Ezio Bolis, vivono un momento di preghiera nella nostra Abazia. A seguire cena nel salone per scambiarsi auguri e ringraziamenti.   >>>   Da sabato 10 a domenica 11ospitiamo in accoglienza il Gruppo scout Bonate Primo in "trasferta" sulle nostre colline.   >>>   Domenica 4 consueto incontro di Scuola di Comunità per un gruppo di amici aderenti al Movimento di Comunione e Liberazione.   >>>   Da sabato 3 a domenica 4 dicembre, in accoglienza ospitiamo il piccolo gruppo di ragazzi di quarta superiore dell'oratorio di SottoilMonte con gli educatori Tecla e Marco per un ritiro d'avvento.   >>>   Sabato 3 dicembre, la mattina: un gruppo di amici legati alla Comunità Cristiana di San Fermo _ Bergamo sono nostri ospiti per un momento di ritiro guidato da don Aldo Riboni; a conclusione della mattinata,  la celebrazione della Santa Messa. >>>   Lunedì 28, la sera dopo cena: anche quest'anno i  catechisti della parrocchia di Presezzo con il loro parroco don Giacomo vivono qui il loro momento di ritiro per l'Avvento. Per tutti un segno da portare a casa: un grande fiammifero. Oggetto creato ideato per accendersi ma solo dopo essere passato su una superficie ruvida. Un po' come la missione a cui ogni catechista è chiamato.   >>>   Domenica 27, nella sera si ritrovano per una veglia di preghiera in apertura del tempo di Avvento una quarantina di giovani del Vicariato dell'Isola accompagnati dai loro curati. Filo conduttore della preghiera, il ringraziamento per  "il dono gratuito dell'Amore di Dio". Prima di riprendere la strada verso casa, tisane e torte nel salone della Rettoria, per cominciare a conoscersi.   >>>    Sabato 26, in Abbazia, “mia natura è essere presente” voci e musiche da poesie e prose di D. M. Turoldo organizzato dall'amministrazione comunale di Sotto il Monte in memoria del centenario del proprio cittadino onorario.   >>>    nell'Eucarestia domenicale del 20 novembre,per ricordare in suffragio il padre David M. Turoldo a cento anni dalla nascita, nella Eucarestia delle 10,30 la comunità è accompagnata nella preghiera dalla corale di Bareggia di Lissone.  >>>   venerdì sabato domenica 13 novembre, giovani delle parrocchie di Azzano e Zanica, accompagnati da don Andrea e don Mattia, si mettono in pieno silenzio, pregando e meditando, aiutati dalla guida di sr Roberta: concludono insieme a noi nell’Eucarestia domenicale.   >>>   domenica 13 assemblea generale dell’associazione Sguazzi:un incontro annuale ormai usuale qui in Fontanella di una cinquantina di persone: un momento di confronto e scambio proficuo “per capire a che punto siamo e dove stiamo andando”.  >>>   mercoledì 9 i preti del vicariato di Ponte, in ritiro mensile guidati da fra' Marcello.   >>>   Domenica 6 novembre, ospitiamo un gruppo di Fraternità del Movimento di Comunione e Liberazione che, dopo un pranzo veloce, dedicano l'intero pomeriggio alla riflessione sulla frase di don Giussani "Cosa significa per noi adulti farsi compagnia nel cammino verso il destino ? ".   >>>   Sabato 5: il gruppo brianzolo "Oltre il cammino" è ospite del rettore che tiene loro una articolata riflessione sulla spiritualità dell’andare.   >>>   Martedì 1, Santi e morti insieme dal mattino al pomeriggio: invasione di auto di chi passeggia e di chi visita in gran folla il Camposanto, dopo la Messa solenne: anche caldarroste preparate dagli amici di Fontanella. Anche un battesimo, di Bianca nata qui e qui residente con genitori e nonni.  >>>   Sabato 30 e domenica 31 ottobre: ospitiamo una quindicina di ragazzi del Gruppo Scout di Morengo in cerca di ristoro dopo avere tanto camminato lungo i sentieri del Monte Canto: gambe stanche forse... ma non la voce: hanno cantato per ore, facendo risuonare le pietre dell’Abbazia di grande preghiera.   >>>   Giovedì 27: per il ciclo Meditatio di Moltefedisottolostessocielo, l'economista Luigino Bruno propone la sua riflessione partendo dai testi dell'enciclica "Laudato sii" dove si fa riferimento alle risorse fornite dalla terra per i bisogni di ciascuno ma non per l'avidità di qualcuno.   >>>    Domenica 23 ottobre, verso l'ora di pranzo. Ospitiamo per una visita guidata alla storia e all'architettura della nostra Abazia il Dott. Antonello Figus, Sindaco di Santa Giusta (Oristano) referente della locale Associazione Amici del Romanico con la  moglie e la Sig.ra Alicia Padin Buceta, referente dell'Associazione Romanico di Santiago di Compostela. Ad accompagnarli Sindaci e Assessori alla Cultura dei Comuni di Sotto il Monte, Almenno San Bartolomeo, Bonate Sotto.  >>>   Sabato 22, nel pomeriggio: visita guidata alla Chiesa per un  gruppo di amici ex colleghi di lavoro della provincia di Como che si ritrovati per una giornata in compagnia.   >>>   Nel pomeriggio, responsabili dei settori parrocchiali della Liturgia, Evangelizzzione e Carità di Torre Boldone, accompagnati dal parroco don Leone, incontrano il Rettore per la programmazione di giornate di revisione.  >>>   Giovedì 20, per il ciclo Moltefedisottolostessocielo la teologa Maria Cristina Bartolomei propone una riflessione su "Come sarà la vita per la generazione che viene? Giovani e speranza nel futuro".   >>>  Martedì 18,  dal tardo pomeriggio fino a notte inoltrata... una piccola formazione di archi e fiati registra alcune revisioni di Bach in pubblicazione per la casa editrice Aldebaran, sfruttando la suggestiva atmosfera e la particolare acustica della nostra Abazia.  >>>  Da sabato a domenica 16 ospitiamo in accoglienza il gruppo scout Bergamo 4, accompagnati da don Manuel, assistente scout per la Diocesi.   >>>   Sabato 15,  incontro dei genitori dei ragazzi del primo anno del liceo del nostro Seminario con il vicerettore don Manuel e il padre spirituale don Luca. Un pomeriggio per cominciare a conoscersi, per condividere preoccupazioni e aspettative, per affidare nella preghiera il nuovo cammino dei figli. A conclusione, la cena nel salone.   >>>   Giovedì 13,  la sera, per Moltefedisottolostessocielo, meditatio della prof. Rossana Virgili sulla possibili letture della domanda biblica "Dov'è tuo fratello? ".   >>>   Mercoledì 12, la sera: don Francesco, curato di Ranica - in procinto di salutare la Comunità per avviarsi al servizio nella Curia Diocesana, e contemporaneamente perfezionare gli studi di Diritto all’università di Venezia -  incontra i giovani animatori dell'oratorio. Prima la commossa preghiera di ringraziamento in Chiesa, poi la cena nel salone della Rettoria.   >>>    Domenica 9 ottobre: Partecipano alla Messa comunitaria delle 10,30 un gruppo di appartenenti all'Unione Ciclistica di Vaprio d'Adda, ricordano i compagni Sergio, Franco e Giacomo prematuramente scomparsi.   >>>   A mezzogiorno, don Giuseppe Mignani celebra una Messa di ringraziamento per il 55' anniversario di matrimonio dei coniugi Giulia e Antonio Ravasio, cresciuti alla Cascina Caprile, e suoi ex parrocchiani di Ambivere. Ad animare la celebrazione figli e nipoti con strumenti e canti.   >>>   Nel pomeriggio fanno tappa per un momento di preghiera una settantina di ragazzi che si preparano a ricevere il Sacramento di Cresima del Vicariato dell'Alta Valle Brembana. In viaggio da Pontida a Sotto il Monte a piedi lungo i sentieri di Sant'Alberto e con diverse tappe per riflettere sui doni dello Spirito Santo: doni che ritroveranno dentro di loro, intorno a loro e doni che li porteranno verso il Signore.   >>>   Ancora nel pomeriggio, il timbro della nostra abazia Cluniacense sulla Credenziale del Camino di un pellegrino in rientro da Santiago. Partito 40 mesi fa dal Salento, ha viaggiato lungo Italia, Svizzera, Francia, Spagna e Portogallo pregando in centinaia di Chiese e monasteri (le centinaia di timbri ne erano testimoni). La tappa nei luoghi di papa Giovanni era per lui quasi un obbligo... >>>    Giovedì 6, la sera. Per Moltefedisottolostessocielo,  Meditatio del vescovo Francesco in una assemblea nutrita ed attenta: “la centralità della persona umana in relazione” con Dio con le persone con il creato.   >>>   Mercoledì 5: Mattinata di ritiro per i sacerdoti del Vicariato Mapello-Ponte: anche quest'anno le meditazioni sono affidate Fra’ Marcello della Comunità Cappuccina dell'Ospedale. Un trequarti di giornata che raduna i preti in preghiera, silenzio e gioiosa convivialità.    >>>   Domenica 2, nel pomeriggio: in una Chiesa affollata, i sacerdoti dell'unità pastorale Mapello-Ambivere-Valtrighe presentano alla comunità il documento di lavoro del nuovo anno pastorale "La vita, il Vangelo, i Sacramenti". A seguire, i primi confronti nei diversi gruppi e la corale preghiera di affidamento a Dio delle fatiche e dei doni del nuovo anno. Prima di riprendere i sentieri della collina che li riporteranno a casa, merenda per tutti nel chiostro dell'Abazia.   >>>   Da sabato pomeriggio a domenica ospitiamo in accoglienza gli educatori del Gruppo Adolescenti della parrocchia di Boltiere con il curato don Luca. Due giorni per programmare le attività del nuovo anno pastorale, ma anche per stare un po' insieme, non solo ma soprattutto nella preghiera.    >>>   Venerdì 30 settembre, di sera, raggiungono la nostra Abazia a piedi dopo essere partiti nel primo pomeriggio da Città Alta i ragazzi della quinta liceo del nostro Seminario, accompagnati dal padre Spirituale don Luca e dal vice Rettore don Fabio. Dopo il meritato riposo, la mattinata di sabato è dedicata alla riflessione, al silenzio e e all'Eucaristia. Il rientro in Seminario nel primo pomeriggio.

Domenica 25 settembre,  il Gruppo biblico Civetta di Dalmine, riprende gli incontri dopo l'estate con una giornata nella nostra Abazia: Messa Comunitaria la mattina e, dopo pranzo, pomeriggio di letture e riflessioni.   >>>   Nel salone giornata di formazione per gli aderenti all'associazione Physis.   >>>   Sempre domenica, una ventina di "cugini Messi" provenienti dalla provincie di Bergamo e Milano si danno appuntamento al vicino ristorante per il consueto ritrovo annuale. Nel pomeriggio sono attenti e interessati visitatori alla storia e all'arte della nostra Abazia.   >>>   Sabato 24, la mattina. Per i Cammini dello Spirito di Moltefedisottolostessocielo, la monaca Lisa Cremaschi di Bose propone una riflessione sul tema della "Cura" nella fede cristiana. Due meditazioni, intervallate da una passeggiata lungo i sentieri verso la frazione Cabergnino per favorire lo scambio di riflessioni, personali e reciproche.   >>>   Da venerdì 16 a sabato 17  ospitiamo in accoglienza il gruppo giovani della parrocchia di Dalmine accompagnati dal parroco don Roberto e dalle educatrici. Due giorni per pregare, per conoscere il cammino del nuovo anno, e per re_imparare a stare insieme.   >>>   Sabato 17 e domenica 18, fine settimana di lavoro per i numerosi catechisti della parrocchia di Brembo di Dalmine con il parroco don Cristiano. Programmazione delle attività del nuovo anno catechistico e, la domenica dopo pranzo, preghiera e adorazione per affidare a Dio le fatiche della missione educativa.   >>>   Dalla sera di venerdì 9 settembre fino a domenica pomeriggio, ospitiamo in accoglienza il gruppo educatori degli adolescenti della parrocchia di Stezzano guidati dal curato don Andrea. Intense giornate di formazione sul nuovo programma educativo "Sii casa per gli altri e lascia che gli altri siano casa per te".   >>>   Domenica 11 prima della celebrazione della Messa, il Rettore incontra le coppie che ricordano l'anniversario di matrimonio della parrocchia di Treviolo, per una meditazione; partecipano poi gioiosi alla Messa comunitaria.  >>>   Sabato 10, verso mezzogiorno. Il ragazzi della parrocchia di Mozzo che nelle prossime settimane riceveranno la Cresima vivono la loro giornata di ritiro "itinerante" lungo i sentieri della nostra collina. Nella nostra Chiesa fanno tappa per la preghiera di invocazione allo Spirito Santo affinché doni "coraggio di uscire allo scoperto e capacità di accogliere e donare".   >>>   Sabato 10, nel pomeriggio: una cinquantina di aderenti alle Acli di Vicenza, concludono il pellegrinaggio nella terra del Santo Papa Giovanni con una visita guidata alla nostra  Abazia, incontrando frate Espedito che tratteggia la figura di Padre Turoldo, invitando a coglierlo ad di là delle leggende che lo diminuiscono.   >>>   Venerdì 9,  in serata. Pellegrinaggio per circa 150 aderenti alle ACLI di  Bergamo: saliti a piedi da Botta vengono accolti in Abazia dal Rettore per la preghiera e per una meditazione sul "coraggio di fronte allo scandalo della Croce".  A seguire, nel chiostro cena accuratamente preparata dai volontari dell'Associazione "Il ponte di stelle".  >>>   Domenica 4 settembre: Festa di Sant'Egidio e sant'Alberto: sobriamente grande la celebrazione liturgica, in unione con piazza S. Pietro per la canonizzazione di madre Teresa; e grande pranzo, seppur non sobrio, preparato da tanti e messo in comune nella convivialità del chiostro.   >>>   Sabato 3 in tarda mattinata, ospitiamo un  piccolo gruppo di amici provenienti da Ranica, Torino e Roma per una visita guidata alla storia e all'architettura della nostra Abazia.   >>>   da sabato al tardo pomeriggio di domenica: Cresimandi di Campagnola, parrocchia di Bergamo, accompagnati dalle catechiste Serena e Giusy e dal seminarista Omar, in due giorni di ritiro: camminate da SottoilMonte a qui attraversando i boschi,  "l'educativa"caccia al tesoro da raccontare la sera,  preghiere e momento di deserto del pomeriggio. Domenica dopo pranzo, i genitori incontrano il nostro Rettore per un momento di riflessione, concludendo poi insieme con una merenda comune.  >>>   Giovedì 1,  la sera, celebrazione, in una Abazia affollata soprattutto di giovani ragazzi di S. Antonio in Valtesse, in suffragio di Mauro, un giovane della loro Comunità prematuramente scomparso e particolarmente legato alla nostra Chiesa.   >>>  Mercoledì 31 agosto: pomeriggio di studio per i corsisti della Summer Scool " Leggere il Romanico " organizzata dall'Associazione Antenna Europea del Romanico in collaborazione con l'Università Cattolica di Milano. Quasi tre ore di visita all'Abazia per scoprirne i segreti dell'edilizia, dell'architettura, dell'arte.    >>>   di sera: Seminaristi da tutto lo stivale, convocati a Bergamo per un convegno di conoscenza dell’Azione Cattolica, concludono qui da noi la loro tre giorni: distrutti dalla prediche dei sottomontesi e rifocillati prima nell'anima dalle intense parole del nostro Rettore e poi nel corpo dalla nostra accogliente cena, se ne tornano felicemente motivati.  >>>   Domenica 28: per battere il ferro finché è caldo - dato che i migliori sentimenti per umana fragilità facilmente  si appannano - nella Eucarestia delle 10,30 il Rettore chiama a una colletta di solidarietà per chi è vittima del terremoto di questa settimana: e si raccolgono 1.519 euro.   >>>   Partecipano alla Messa di Comunità una cinquantina di persone dell'Associazione Sankalpa di Mason Vicentino, un gruppo di volontari che opera  principalmente alla Comunità Terapeutica Ca'delle Ore in aiuto alle persone affette da dipendenze e fragilità. Ad accompagnarli il padre spirituale fra’ Ireneo, francescano, che concelebra con il nostro Rettore, e fratel Mimmo della Comunità Francescana all'Eremo di San Pietro. Dopo la celebrazione si fermano per una attenta e interessata visita guidata alla Chiesa. Pomeriggio a Sotto il Monte per chiedere al Santo Papa Giovanni forza e protezione per l'impegno della loro Associazione.   >>>   Sabato 27  la nostra Abazia è l'ultima tappa della tradizionale fiaccolata organizzata dall'oratorio di Casatenovo, un comune del Meratese. Una cinquantina di ragazzi e accompagnatori che, partiti da Assisi a inizio settimana, hanno camminato prima verso Barbiana e il Parco Storico di Montesole per incontrare storie ed esperienze di vita a volte anche tragiche. Nell'ultimo giorno qui a Fontanella, dopo il tempo del riposo e del pranzo, hanno vissuto il momento del passaggio di consegne della fiaccola, accesa sulla tomba del Santo Francesco, ai ragazzi più piccoli della Comunità. Nel primo pomeriggio la preghiera in Chiesa preceduta dal saluto del nostro Rettore, ha dato il via all'ultimo tratto del cammino verso il loro Oratorio per la grande festa. Encomiabile l'impegno dei tanti volontari che li hanno accompagnati durante la settimana e che, anche qui hanno preparato pranzo e merenda per più di cento ragazzi. Il grazie anche al Coadiutore don Andrea, per aver condiviso con la noi questa bella esperienza, che in una email si augura di poter ripetere la presenza qui meravigliato dalla calda accoglienza ricevuta.   >>>    Mercoledì 24, nel pomeriggio accogliamo il Gruppo Anziani e Pensionati della città di Sarnico per una visita guidata alla storia e all'architettura della nostra Abazia.  >>>   Dalla sera di mercoledì al mattino di sabato 27 ospitiamo in accoglienza un piccolo gruppo di animatori dell'oratorio di Spirano con il loro curato don Danilo. Tre giorni di vacanza premio, facendo di Fontanella il punto base per scorribande in Lombardia,  per questi ragazzi nati nell'anno 2000 che alla loro prima esperienza come animatori del Cre estivo hanno dimostrato spirito di gruppo e capacità di collaborazione davvero lodevoli.   >>>   Da mercoledì a giovedì 25 agosto, in accoglienza ospitiamo una quindicina di scout francesi di passaggio a Bergamo nel loro peregrinare nel nord Italia. Vengono dall’Église st Madeleine di Franconville, un comune francese situato nel dipartimento della Val-d'Oise nella regione dell'Île-de-France. Si dicono felicissimi dell’ospitalità, soprattutto per una notte passata in un letto vero.   Mercoledì  9 agosto, i profughi ospitati a Terno d’Isola, accompagnati dal coordinatore Caritas e dai volontari ternesi che li sostengono, si incontrano con il Rettore: speranze di un futuro, in un mare di nostalgie per la terra perduta.   >>>   Alle tre della notte fra sabato e domenica 31 luglio, la Comunità Francescana di Baccanello conclude con la celebrazione dell’Eucarestia il tradizionale Cammino in  preparazione alla solennità del Perdono di Assisi. Partiti la sera dal Convento raggiungono a piedi la nostra Abbazia salendo lungo il sentiero della Madonna del Castello di Ambivere. Lungo il cammino soste e meditazioni  guidate da Fra’ Lorenzo da Valtesse. >>>    Sabato 23 luglio: pomeriggio di ritiro per il gruppo di preghiera "In cammino per incontrare Gesù". Meditazione, preghiera e Santa Messa sotto la guida di padre Alfredo della Comunità del PIME di SottoilMonte. Pizza per tutti nel salone grande della Rettoria a conclusione della serata.  >>>   Venerdì 22 luglio, verso il tramonto. Guidato da don Carlo Tarantini, ospitiamo il gruppo Lectio Divina della parrocchia di Alme' per un momento di riflessione e preghiera in preparazione al consueto loro pellegrinaggio annuale ad Assisi.   >>>   Mercoledì 13 luglio, nel pomeriggio, salgono a piedi da SottoilMonte i ragazzi del Cre con i loro animatori e il curato don Leonardo. In programma avevano un'uscita al passo del Pertus con pernottamento in tenda, ma i temporali della giornata, e poi della notte ,li hanno dirottati alla nostra accoglienza. Pomeriggio di relax, cena in compagnia, lavoro di gruppo nel dopo cena e nella tarda mattina di giovedì partenza.  Giovedì 7 luglio ospitiamo i ragazzi del Cre dell'Oratorio di Campagnola _ Bergamo guidati dagli animatori e dal seminarista Omar. I più  piccoli salgono a piedi da Botta, i più grandi da Mapello dove hanno passato la notte in tenda. Per tutti in Chiesa un intenso momento di preghiera e riflessione sul valore dell'amicizia come testimonianza dell'amore di Dio. Prima di concludere Omar unge i palmi delle mani dei ragazzi con olio di nardo, perché ciascuno possa portare il profumo di Gesù per le strade e nelle case. Dopo il pranzo nel salone grande della Rettoria, partenza sotto il sole cocente del primo pomeriggio per raggiungere il Santuario della Madonna del Castello di Ambivere, ultima tappa prima del rientro in treno verso casa.   >>>   per la settimana di visite di gruppi Cre ricordiamo anche mercoledì 6  un piccolo gruppo di ragazzi e animatori del Cre di Caprino, guidati dal parroco: pranzano al fresco del nostro prato, vicino alla chioccolante fontanella, prima di ripartire verso Ambivere.  >>>   Domenica 3, nel pomeriggio visita guidata all'Abazia per il gruppo Lega Nord dell'Isola tra una messa celebrata per loro defunti a Botta e un pranzo in ristorante qui sulla collina_ si accolgono tutti, secondo il comandamento del Vangelo ...   >>>   Mercoledì 29 giugno, la mattina. Dario Canossi del gruppo folk  "I Luf" registra, accompagnato dal suono del nostro organo, il canto "Ave Maria migrante" che sarà inserito nel loro album di prossima uscita "Verso un altro altrove".   >>>  Sabato 25,  don  Emilio Lingiardi, Arciprete del Duomo di Crema raggiunge la nostra Abazia con alcuni amici per celebrare una Santa Messa in ricordo del 50^ anniversario di ordinazione.   >>>   Venerdì 24, matrimonio di Elena e Michele: tanti auguri a loro che hanno potuto realizzare la celebrazione nella nostra abbazia essendo abitanti di qui (secondo le norme diocesane che impediscono a chi non è del territorio di venire a sposare da noi: per certi versi una cosa giusta, ma non per ogni domanda: da rivedere...).   >>>   Lunedì 20, passeggiata a Fontanella per il gruppo dei ragazzi disabili del Centro diurno di Almenno San Salvatore accompagnati dai loro assistenti. Pranzo sotto il porticato del chiostro e, a seguire, giochi e risate fino all'ora del rientro a metà pomeriggio.   >>>   Mercoledì 15, mattinata di ritiro per i sacerdoti del Vicariato dell'Isol.  >>>   La sera, all'ora del tramonto,  l’Eucarestia  in suffragio di Flavia, parrocchiana di S. Lucia in Bergamo, ha raccolto accanto al marito Italo, e ai figli una numerosissima schiera di amici.   >>>   Domenica 12, nel pomeriggio raggiungono la nostra Abazia una ventina di persone del gruppo giovani coppie della parrocchia Ss.Redentore di via Palestrina in Milano, accompagnati dal parroco don Natale. Visita guidata alla storia e all'architettura della Chiesa e a seguire merenda nel salone grande della Rettoria. >>>   Sabato 11, la mattina. Don James Organisti,  prossimo a lasciare l'incarico di cappellano degli universitari  di Bergamo, guida una mattinata di riflessione e preghiera per un  piccolo gruppo di universitari.  Tema " il rimanere dentro la Chiesa e il come essere testimonianza al mondo". La Messa di chiusura è di ringraziamento per le buone relazioni che negli anni si sono intrecciate, ma anche di affidamento per i nuovi impegni che si dovranno affrontare. Per il pranzo al Vitigno, per la festa e per i saluti, si aggiunge don Giovanni Gusmini,  che dopo l'estate prenderà il posto di don James.   >>>    Sempre nella mattinata di sabato, una decina di persone di Bergamo città raggiungono la nostra Abazia per un  momento di ritiro: verso il mezzogiorno l’Eucarestia è celebrata da don Aldo Riboni, loro amico.   >>>   Su suggerimento del loro parroco don Giuseppe Locatelli, un gruppo di amici partiti da Albino per un pellegrinaggio nel paese natale del Santo Papa Giovanni, passano in tarda mattina dalla nostra Abazia per una visita guidata. Interessati e felici per aver visto un luogo che non conoscevano.

 

IL CAMMINO DI SANTIAGO, oggi

È dall’anno mille, come sant’Alberto da Prezzate, che i pellegrini viaggiano a piedi per giungere al santuario di Santiago di Compostela, dove ci sarebbe la tomba dell'Apostolo Giacomo il Maggiore. Ma a partire dagli anni novanta del secolo scorso sempre più persone scelgono di fare questo itinerario a piedi, non soltanto per motivi religiosi. Francese, Portoghese, Inglese, Primitivo, Del Nord, La Plata... non importa quale percorso, l'importante è continuare a camminare. Passo dopo passo, giorno dopo giorno, decine di migliaia di persone intraprendono il Cammino di Santiago De Compostela, circa 800 chilometri di strade per un percorso della durata di un mese. Ma per ottenere la Compostela, il “diploma” che certifica l’avvenuto pellegrinaggio, è sufficiente percorrere a piedi 100 chilometri (200 in bicicletta) per motivi religiosi. Dal 1987 il Consiglio d'Europa ha riconosciuto l'importanza dei percorsi religiosi e culturali che attraversano l'Europa per giungere nella località spagnola, dichiarando la via di Santiago "itinerario culturale europeo". Quante persone intraprendono il Cammino? Nel 2014 sono state 237mila le persone che hanno intrapreso il Cammino (Dati dal sito ufficiale della Cattedrale di Santiago). Di queste, più di ventimila sono di nazionalità italiana, al secondo posto della classifica sull'origine dei pellegrini. Gli italiani, oltre a viaggiare lungo il cammino spesso scegliendo il percorso 'francese', hanno voglia di raccontare e condividere la loro esperienza: il web è pieno di siti, blog, forum e guide scritti da nostri connazionali che hanno consigli da dare o cercano magari compagnia per il viaggio e per dividere le spese. Le motivazioni alla base del viaggio? Perché sempre più persone affrontano questo percorso che provoca fatica, vesciche ai piedi, insolazioni? Se prima era la motivazione religiosa a spingere i pellegrini, ora pare che sia perlopiù quella culturale. Certo molti non credenti partono comunque alla ricerca della spiritualità, ma per tanti altri si tratta di seguire una moda per poter dire "io c'ero" o meglio "io l'ho fatto". Qualunque sia la vostra motivazione per partire, assicuratevi di portare tutto l'occorrente e di non sopravvalutarvi. Scegliete un percorso - ce ne sono di diversi - e costruite un itinerario, tappa per tappa, considerando le vostre forze e le condizioni generali del tempo e della strada. Per il resto ricordate, come recita il grido di incoraggiamento del pellegrino: "Ultreya! Suseya!"(Più avanti e più in Alto). (da rai news) - 3. FINE  

... di sant'Alberto -   Gli Acta Sanctorum, stilati dai Bollandisti, raccontano del pellegrinaggio di s. Alberto da Prezzate col compagno Enrico da Cremona al santuario di s. Giacomo di Compostela prima di farsi monaco, e dunque intorno all’anno 1075. Uomo del suo tempo, sentì l'attrattiva del pellegrinaggio come un incontro di fede e di umanità. Era ragazzo quando il millenario della redenzione (1033) richiamava l'afflusso di pellegrini di ogni genere a Gerusalemme, presso il sepolcro di Cristo. Tanti ne aveva visto, nel notturno ospizio, presso la chiesa di S. Mana di Pontida. Nella sua mente di adolescente erano rimaste impresse le immagini di scene arcane e primitive, semplici e recondite, di uomini provenienti da lontane regioni, con il solo abito che li ricopriva, mendicanti un pane con cui sfamarsi, che con gesti chiedevano e davano fraternità, e percorrevano sereni e fiduciosi le strade insicure e disastrate del tempo. Diventato adulto, Alberto, nel pieno vigore della sua maturità forse in un momento di prove e di incertezze, al pellegrinaggio domandò la soluzione dei problemi spirituali della sua vita. essendo la Terrasanta caduta in mano ai Turchi , che violentemente ostacolavano i pellegrini cristiani, scelse come meta sostitutiva S. Giacomo di Compostela. Sant’Alberto, nel suo pellegrinaggio, percorse il quarto itinerario francese, il più meridionale, chiamato l'itinerario tolosano, che iniziava a St. Gilles. Se si guarda una carta stradale moderna, si può osservare che tra qui e Santiago di Compostela vi sono circa 2200 chilometri: 350 in Italia, 930 in Francia, 900 in Spagna, che, con il ritorno, fanno in tutto circa 4400 chilometri! Un simile pellegrinaggio a piedi, tenendo conto di eventuali gruppi più o meno omogenei, di tappe più o meno forzate, di varianti nel percorso, richiedeva un buon anno abbondante di tempo, sempreché tutto andasse bene. Nel regno dell'Apostolo S. Giacomo i cluniacensi avevano portato la riforma religiosa e culturale: Alberto, nei numerosi e fiorenti monasteri cluniacensi incontrati lungo il cammino a Compostella, aveva visto nella vivida, primaverile liturgia romano-cluniacense le rotaie spirituali e culturali pel una ripresa religiosa ed insieme civile ed economica dei suoi tempi. In questa convinzione decideva di consacrarsi alla fondazione sulla sua terra di un monastero cluniacense. Ritornato quindi a Prezzate, portava le orme del suo camino, intitolando a s. Giacomo il monastero di Pontida e a san Gilles (sant’Egidio), da cui aveva incominciato il suo pellegrinaggio, il monastero di Fontanella.  - 2. continua


                   
IL CAMMINO DI SANTIAGO ---  
È l’esperienza che si compie ripercorrendo la strada che porta alla tomba di San Giacomo (ad limina sancti Iacobi), percorsa, dalla fine del primo millennio ad oggi, da milioni e milioni di pellegrini.Lo si percorre generalmente a piedi, in questo ricollegandosi agli antichi pellegrini.    Lo si può fare anche in bicicletta, a cavallo, in auto, ma è evidentemente un’altra esperienza.Non è determinabile quale e quanta strada percorrere: dipende da dove si proviene, dal tempo che si ha a disposizione.Non è competitivo: non importa a nessuno quanti km si percorrono al giorno, in quanti giorni lo si conclude: dipende dalle proprie condizioni fisiche, ma anche dal proprio carattere, dagli interessi, dalle aspettative che si hanno.Non esistono tappe prefissate e naturalmente l’accesso al cammino è libero: a nessuno si deve chiedere il permesso, a nessuno comunicare che lo si fa. E’ un’esperienza semplice da compiere perché il cammino è segnato benissimo ed è provvisto di moltissime strutture nelle quali ristorarsi e passare la notte.Non è assolutamente pericoloso: al contrario il cammino si compie all’interno di una comunità di persone legate da un forte legame di condivisione. Molto difficile che all’interno si inneschino conflitti e dinamiche negative.  E comunque in Spagna i pellegrini sono “di casa” da secoli e la loro presenza è accettata con simpatia e cordialità. In definitiva possiamo dire che il Cammino è una esperienza di vita che può rappresentare un  momento importante, che può indicarci che esistono strade nuove da percorrere.  1. continua

Venerdì 10, un gruppo di animatori dell'Oratorio di Bareggia di Lissone conclude qui, con una celebrazione eucaristica una tre giorni di formazione: presiede il nostro Rettore con una meditazione sul viaggio, quello di sant'Alberto e quello chiesto a ciascuno di noi.   >>>   Giovedì 9 giugno, dopo cena, presentazione della Amoris Laetitia da parte del Rettore, con partecipazione apertt a tutti.    >>>   Domenica 5, nel pomeriggio, padre Bernardino Bacchion, dehoniano e assistente spirituale scout, celebra una Santa Messa di ringraziamento per una trentina di genitori dei ragazzi scout del gruppo di Monza. La cena al Vitigno conclude la giornata.   >>>   Sabato 4, pomeriggio di verifica per il gruppo catechisti della parrocchia di Suisio accompagnati dal parroco don Filippo. Ore di confronto impegnative e intense: meritata la cena al Vitigno (per concludere un po' più rilassati).   >>>   Sempre sabato, ospitiamo il Gruppo Famiglie della parrocchia di Pontirolo accompagnati da Ireneo, diacono permanente delegato alla loro pastorale. Nel primo pomeriggio una visita guidata all'Abazia a seguire piccolo cammino verso il cimitero per visitare la tomba di padre Turoldo. Strada facendo, momenti di riflessione con l'aiuto di testi dello stesso padre Turoldo sulla famiglia. La Messa celebrata dal nostro Rettore conclude la giornata prima del ritorno a casa.   >>>   Giovedì 2: una cinquantina di volontari dell'unità pastorale Riviera della Diocesi di Vicenza, inizia il pellegrinaggio nella terra del santo Papa Giovanni con la Santa Messa nella nostra Abazia. Il viceparroco don Silvano e il diacono Paolo celebrano, il parroco don Paolo si occupa dell'accompagnamento musicale con la chitarra.  Martedì 31 maggio: nel  giorno del secondo anniversario della loro ordinazione, sei sacerdoti della nostra diocesi celebrano in Abbazia una Santa Messa di ringraziamento nella mattinata, prima di festeggiare.   >>>   La sera,  le parrocchie di Botta e Sotto il Monte concludono il mese mariano con un pellegrinaggio a piedi dalla Madonna delle Caneve a Sant'Egidio.   >>>   Domenica 29, arrivati a piedi da Botta sotto un violento acquazzone, i ragazzi di terza media della parrocchia di Solza con gli educatori e il vicario don Alessandro, concludono qui l'anno  catechistico. Tema guida delle riflessione " ciascuno di noi è solo una goccia nel mare della vita ma anche di una sola goccia si sente la mancanza" . La sera verso l'ora di cena, nella preghiera conclusiva in chiesa, i ragazzi sono chiamati a portare ringraziamenti, dubbi e aspettative del nuovo cammino che li attende.   >>>   Da sabato 28 a domenica 29, ospitiamo in accoglienza un gruppo di adolescenti della parrocchia di Boltiere accompagnati dal curato don Luca venuti per "ricaricarsi" in vista del grande impegno del Centro Ricreativo estivo. Giornate cominciate con  una passeggiata alla cima del Monte Canto - con preghiera nella chiesetta di Santa Barbara - e concluse con la partecipazione alla Messa comunitaria la domenica mattina. Dopo pranzo il rientro a casa, prenotando già nuove giornate per il settembre prossimo.  

>>>   Domenica 22: i bambini della Prima Comunione della parrocchia di Prezzate accompagnati dai genitori e dalle catechiste sono per l'intera giornata in pellegrinaggio alla nostra Abazia. Al mattino partecipano alla Messa comunitaria poi il pranzo condiviso nel salone grande della Rettoria. Prima di tornare a casa le ultime disposizioni delle catechiste sugli impegni della settimana che li porterà alla celebrazione del Sacramento di domenica prossima.  

 Venerdì 20 maggio, nel pomeriggio. Una quindicina di ex universitari del gruppo FUCI di Cremona, raggiunge l'Abazia per una visita guidata alla storia e all'architettura della nostra Chiesa. Prima di tornare verso casa, piccola riunione nel salone grande per programmare i prossimi appuntamenti. >>>  Giovedì 19, verso l'ora di cena, una ventina di dipendenti della filiale di Treviglio della Banca di Credito Cooperativo, sono in visita alla nostra Chiesa. Ad accompagnarli nell'illustrazione della storia e dell'architettura l'ex direttore Luigi Minuti, appassionato studioso di storia locale. La visita alla cantina e la cena al Cavril, concludono la serata.  >>>  Mercoledì 18, in tarda serata, don Andrea vicario della comunità pastorale di Bellusco _ diocesi di Milano _ accompagna un gruppo di giovani in cammino dalla chiesa di Botta alla nostra Abazia. Lungo il tragitto, silenzio e brevi meditazioni sulla pagina di Vangelo delle Beatitudini. All'arrivo, preghiera di compieta e di ringraziamento.  

 Sabato 7 maggio, la sera. Incontro di fine anno catechistico per una sessantina di ragazzi della Parrocchia di Stezzano, accompagnati dal curato don Andrea e dagli educatori. Tema della riflessione " Oggi devo fermarmi a casa tua!". Dopo la preghiera di ringraziamento in chiesa, una fetta di torta prima dei saluti e degli auguri per una buona estate.   >>>    Ospitiamo in accoglienza per il fine settimana, un gruppo di giovani della parrocchia di Gorle accompagnati dagli educatori e dal curato don Davide. Meditazione, silenzio e adorazione fino alla tarda notte del sabato in chiesa. La domenica condividono la nostra celebrazione eucaristica,  poi ancora lavori di gruppo, e pranzo prima di rientrare a casa.   >>>   Mercoledì 4 maggio: ritiro dei sacerdoti del Vicariato di Mapello-Ponte. A guidare le meditazioni Fra’ Paolo, Cappuccino.    >>>   Domenica 1 maggio, giornata di ritiro per i cresimandi della parrocchia di Calolzio. Accompagnati dal curato don Matteo e dalle catechiste, al mattino hanno partecipato alla Messa della Comunità. Dopo il pranzo preparato dalle volontarie, il pomeriggio è dedicato alla meditazione e alle confessioni.   >>>   Da sabato 30 aprile a domenica ospitiamo in accoglienza suor Katia della Comunità Evangelii Gaudium con una decina di ragazze del cammino di discernimento vocazionale. Giornate di preghiera, meditazione e tanto silenzio.  >>>   Domenica 24, in unione a tutta la Chiesa chiamata da papa Francesco alla solidarietà per le popolazioni dell’Ucraina stremate dalla guerra, durante l’Eucarestia si raccolgono poco più di cinquecento euro, consegnati poi alla Caritas diocesana. >>>   nel pomeriggio, arrivano qui da un passeggio dal santuario di Prada alla chiesetta di santa Barbara sul Canto una ventina di persone del gruppo famiglie di S. Lucia con il loro prete don Andrea: incontrano il Rettore, nel mezzo di una merenda.  >>>  Dal pomeriggio di sabato 23 a domenica 24 aprile, ospitiamo in accoglienza un piccolo gruppo di adolescenti e animatori dell'oratorio di Boltiere con il curato don Luca. Due giorni per programmare un po' le attività dei prossimi mesi ma anche per stare insieme e "rinsaldare i legami". >>> nel pomeriggio  arrivano dopo un cammino incominciato alle sei del mattino, e passando da Olera e Astino, il gruppo di Camminatori di Nembro, per celebrare l'Eucarestia in memoria di Leo, un loro socio; presiedono don Leonardo e don Stefano, nativi di Nembro, e don Matteo curato della parrocchia. >>>Sabato 23 aprile, pomeriggio di ritiro per i ragazzi di terza media della parrocchia di Zanica accompagnati dal curato don Mattia e dagli educatori. Ore di riflessione, silenzio e preghiera in chiusura dell'anno catechistico del gruppo, ma anche di richiesta di protezione in vista dei grandi impegni dei prossimi mesi.  >>>  Nella serata di venerdì 22 - offerto ai propri soci, ma aperto a tutti, dalla Pro Loco di Sotto il Monte - concerto del trio "Tema con variazioni". Hanno allietato i numerosi pre nsenti musiche di Vivaldi, Fauré, Webber, Bach, Pachelbel, Hoffenbach in violino e viola, pianoforte e chitarra. Un ricco buffet è poi seguito alla Cantina del Cavril.  >>>  Lunedì 18, mattinata di ritiro per la Comunità Francescana di Baccanello: per la prima volta sono i due novizi ad animare le riflessioni e le preghiere. >>>  Da venerdì 15 a domenica 17 ospitiamo in accoglienza una quindicina di persone tra adulti e bambini del gruppo famiglie della Comunità pastorale Regina degli Apostoli di Bernareggio, guidati dal diacono delegato Alberto Meneghello. Giornate dedicate alla bellezza dello stare insieme trovando però  anche il tempo per la riflessione grazie alle meditazioni sul tema "Educarsi a pensare". Il sabato sera, grande cena nel salone grande della Rettoria con l'aggiunta del parroco don Luca e di nuove famiglie salite solo per la serata. La partenza nel pomeriggio di domenica dopo aver partecipato alla Messa della Comunità servita dal Diacono.  >>>  Giovedì 14 aprile,  in visita guidata alla nostra Abazia gli aderenti all'associazione Clessidra della città di Milano.  >>>  Martedì 12 aprile,  un gruppo di associati alla Terza Università di Bergamo, raggiunge la nostra Abazia per una visita guidata dal preparatissimo prof. Giovanni dal Covolo.  >>>  Domenica 10 aprile,  in Rettoria si ritrovano un gruppo di amici del Movimento di Comunione e Liberazione per la scuola di Comunità, con lieto pranzo nel salone.  >>>  Nel primo pomeriggio, raggiungono la nostra Abazia dopo aver camminato fin qui da Curno lungo il sentieri di Ambivere,  i ragazzi cresimandi della parrocchia accompagnati dai genitori, dai padrini e dalle madrine e dalle catechiste. Circa 180 persone a cui se ne sono aggiunte quasi un centinaio per la celebrazione della Santa Messa in una Chiesa "da tutto super-esaurito". A guidare tutto il pellegrinaggio il vicario don Alex. 

Venerdì 1 aprile i funerali di don Giovanni Ravasio si sono celebrati a Scanzorosciate in una concelebrazione presieduta dal Vescovo con quaranta presbiteri. Don Giannino, nativo di Fontanella, e qui ritornato per breve tempo negli ultimi anni, era affezionatissimo a questa sua terra. Ne ha portato fino all’ultimo il ricordo nella stanza di Scanzo tappezzata, oltre che da numerosi ritratti di papa Giovanni, da vari dipinti di Fontanella e della sua Abbazia, dentro cui celebrò la sua prima messa il 16 giugno 1957, accompagnato dall’allora parroco don Giacomo Carminati.

Pasqua _ Le solenni e sobrie celebrazioni del Triduo, e l’Eucarestia della domenica, sono state partecipate da molte persone che hanno così dato lieto annuncio del Risorto.
Dal 24 al 27 marzo sono nostre ospiti in accoglienza nei giorni del Triduo pasquale, quattro ragazze consacrate della fraternità  Evangelii Gaudium, accompagnate da Suor Katia delle francescane alcantarine. Presenza discreta e silenziosa nelle loro giornate scandite da meditazioni preghiere e adorazione.  Nella Messa del mattino di Pasqua con la Comunità, il loro ringraziamento e la loro gioia per le importanti giornate vissute.   >>>   negli stessi giorni, un gruppo scout milanese soggiorna in tenda e nottetempo sui prati gentilmente concessi dal Cavril, usando dei nostri spazi durante il giorno.
25 marzo, Venerdì Santo. La mattina alle primissime luci dell'alba, una ventina di ragazzi adolescenti della parrocchia di Spirano con gli educatori e il curato don Danilo, raggiungono la nostra Abazia dopo aver camminato tutta la notte, lungo le strade che dal loro Oratorio portano qui. Una meritata e necessaria colazione dopo la grande fatica li attende nel salone. Un intenso momento di preghiera in Chiesa conclude il pellegrinaggio - voci fresche nel canto e impegnative riflessioni nonostante la stanchezza.   >>>   La sera, dopo il tramonto ospitiamo per una piccola cena a base di cibi ebraici, una quindicina di ragazzi del gruppo scout di Dalmine, per avviarsi poi in una Via Crucis meditata lungo i sentieri del Monte Canto.
22 marzo, Martedì della Settimana Santa. La Parrocchia di Sant'Alessandro in Colonna di Bergamo si ritrova nella sera in Abazia per meditare sul testo della Passione di Cristo in musica di organo e archi, e con la predicazione del nostro Rettore. Prima di rientrare in città,  nel salone,  piccola "cena" in pane e vino.
21 marzo, Lunedì della Settimana Santa. Verso il tramonto, dopo aver camminato lungo i colli e i sentieri che dal Seminario di Città Alta conducono fino a qui, gli studenti di teologia concludono con la Santa Messa l'ormai consueto pellegrinaggio annuale. Il vescovo Francesco celebra per loro, richiamandoli alla pratica e all'insegnamento della gratuità, quale vero segno della Passione di Cristo. A seguire, nel salone grande della Rettoria, la cena. 
Venerdì 18: parole e canto nell'elevazione preparatoria alla Pasqua: la Corale di Terno diretta dal M.o Giampaolo Bianchi (primo organista della nostra abbazia) ha presentato le sette ultime parole di Cristo in croce, con una esecuzione perfetta.
Sabato 12 e domenica 13 ospitiamo il gruppo G4
della parrocchia di s. Lucia al Tempio Votivo della pace in Bergamo guidato da don Andrea.

Giovedì 3 e venerdì 4 due serate di lectio biblica - ascolto, meditazione, preghiera, contemplazione sulla Parola - come itinerario quaresimale, guidate dal Rettore.
Martedì 1 marzo
, la sera. Ospitiamo la tradizionale Veglia di preghiera per la pace in Terra Santa, organizzata da varie associazioni e parrocchie della Diocesi di Bergamo. In una Chiesa gremita, atmosfera raccolta e preghiera intensa. Filo conduttore, le parole di papa Francesco "Dio non è indifferente!  A Dio importa dell'umanità, Dio non l'abbandona!". 
Domenica 28 febbraio: Da domenica e per tutta la settimana ospitiamo in accoglienza il vivace gruppo degli animatori dell'Oratorio di Spirano accompagnati dall'altrettanto vivace curato don Danilo per la loro settimana di fraternità. Giornate di vita e di respiro non solo spirituale (parole loro...).  >>>  
don Emilio Gnani, sacerdote della Diocesi di Milano raggiunge la nostra Abazia con una quarantina di parenti per un suo appuntamento annuale da noi: occasione per ritrovarsi, ricordare i defunti della famiglia con una Messa all'arrivo a mezzogiorno, e stare un po' insieme in allegria con un pranzo condiviso nel salone della Rettoria. A malincuore, nel tardo pomeriggio riprendono le strade verso Milano, Brescia e Bergamo...  >>>   Nel primo pomeriggio: il gruppo catechisti della parrocchia di Brembate accompagnati dal parroco don Cesare sale alla nostra Abazia per un pomeriggio di riflessione. Prima, il "senso religioso"  dell'architettura della nostra Chiesa guidato da don Giampaolo Tironi. Poi curioso e ammirato giro di "scoperta" di quanto raccontato. Verso sera, prima di ripartire,  la preghiera dei Vespri nell'abside grande.    >>>    La sera una sessantina di persone fra ragazzi e genitori della parrocchia di San Pio X in Celadina_Bergamo raggiungono l'Abazia per una visita guidata. Accompagnati dal vicario don Daniele i ragazzi di quinta elementare, in approfondimento al loro programma sulla "Chiesa", sono stati prima a Sotto il Monte, e poi  alla nostra Abazia per ammirare una costruzione che ha attraversato i secoli. Affascinati dal chiostro "in notturna" e dall'atmosfera nebbiosa di vigneti e  boschi,  in molti hanno promesso di ritornare: magari in giornata, e con il sole.    >>>    
Sabato 27 , nel pomeriggio: gli accompagnatori delle famiglie che si preparano al Battesimo dei propri figli della parrocchia di Torre Boldone con il parroco monsignor Leone Lussana, incontrano il nostro Rettore per un confronto pastorale, serrato e proficuo. 
Venerdi 26, la mattina. Gli studenti della terza-turistico che la scorsa settimana erano venuti per la visita guidata, oggi fanno loro da guida per un piccolo gruppo di ragazzi tedeschi ospiti per un programma di scambio culturale.    >>>   La sera, il parroco di Sotto il Monte guida la Via Crucis parrocchiale tra le vie "deserte e umide" della frazione. Ultima statio nel calore "fisico e spirituale" della nostra Abazia. 
Giovedì 25, la mattina: una cinquantina di aderenti all'Associazione "Mondo Donna" di Milano sono curiose e interessate visitatrici alla storia e all'architettura della nostra Chiesa. Una giornata bergamasca per ammirare prima la nostra Abazia e poi, dopo il pranzo al Vitigno, i capolavori dell'Accademia Carrara. 
Domenica 21: giornata di ritiro per la Comunità di Celadina. Due meditazioni tenute dal nostro Rettore, risonanza di gruppo, partecipazione alla nostra celebrazione eucaristica, pranzo al Vitigno: intensamente contenti, con il parroco don Davide Galbiati. 

Da domenica 21 e per tutta la settimana, ospitiamo in accoglienza un gruppo di giovani lavoratori e studenti delle parrocchie di Botta e Sotto il Monte per la loro esperienza di fraternità. Ad accompagnarli il curato don Leonardo. Filo conduttore delle giornate le "parole sulla misericordia".

Lunedì 22 febbraio: silenziosa mattinata di ritiro per la Comunità Francescana di Baccanello, preziosa presenza mensile ad arricchire le pietre antiche della nostra abbazia.Da sabato 20 ospitiamo in accoglienza per il fine settimana un gruppo di giovani volontari al Santuario di Santa Maria del Cengio di Isola Vicentina. Due giorni in terra bergamasca nei luoghi del Santo Papa Giovanni e di Padre Turoldo. Con un passaggio, prima di rientrare a casa, in Santa Maria Maggiore per ammirare le tarsie del Lotto.
Venerdi 19 mattina, in visita guidata all'architettura romanica della nostra Abazia gli alunni della classe terza del settore turistico dell'Istituto Maironi di Presezzo. Ad accompagnarli l'insegnante di storia dell'arte che ha affiancato la nostra guida (ma soprattutto ha documentato ogni cosa con decine di foto).
Mercoledì 17, in visita alla Chiesa abbaziale di un gruppo di studenti del gruppo di alternanza scuola-lavoro dell'Istituto Fondazione Ikaros di Grumello del Monte. Per una giornata dedicata all'importanza del tempo sono stati prima dai Frati Cappuccini in città per conoscere il loro modo di vivere il tempo quotidiano. Poi alla nostra Abazia per capire che nonostante abbia "attraversato molti tempi" è ancora attuale (filo conduttore della lezione dell’insegnante di accompagnamento).Nel pomeriggio ospiti della Cantina sant'Egidio hanno capito come il coltivare la vite richieda il tempo della pazienza, che porta buoni frutti, e mangerecci.
Lunedì 15, nella sera. In Chiesa ritiro di Quaresima del gruppo catechisti della parrocchia di Presezzo guidati dal parroco don Giacomo. Testi di base della meditazione il discorso del Papa Francesco al convegno della Chiesa italiana a Firenze. 

Domenica 14, nel pomeriggio: incontro dei genitori dei ragazzi che si preparano a ricevere la Cresima della parrocchia di Presezzo. Il parroco don Giacomo introduce la meditazione partendo dall'osservazione degli elementi architettonici della nostra Chiesa, perché "tutto riporta a Lui ". 
Nella notte di sabato 13, raggiugono la nostra Abazia un gruppo di giovani provenienti da diversi gruppi Scout della Lombardia. Guidati da don Manuel Belli, si sono incontrati per preparare il pellegrinaggio lungo il Cammino di Santiago che affronteranno nei prossimi mesi. Partiti dal Seminario di Città Alta nel tardo pomeriggio, camminano nel buio lungo i sentieri dei Colli e del Monte Canto. Prima del meritato riposo, la veglia di preghiera nel silenzio della nostra Chiesa. La mattina, una nuova meditazione sull'importanza della preghiera lungo il Cammino prima di riprendere il sentiero verso Pontida per l'ultima tappa sui luoghi di Sant'Alberto.
Sabato, nel pomeriggio:  amici e frequentatori del Circolo di R_esistenza 2 delle Acli di Scanzo in visita guidata alla storia e all'arte della nostra Abazia. (per la guida incontro piacevole perché molto attenti e interessati. ....).
Venerdì 12 febbraio, la sera, nella nostra Chiesa : "suprema" meditazione del Rettore sulla pagina evangelica delle Beatitudini per le coppie di fidanzati che si preparano al matrimonio della parrocchia di Brembate Sopra. Prima dei saluti, un dolce e una tazza di the' nel salone della Rettoria.
Domenica 7 febbraio: giornata di ritiro per le coppie che si preparano al matrimonio dell'unità pastorale Mapello Ambivere Valtrighe, guidati da don Emanuele. Impegnativo tema delle meditazioni "la pazienza  nel matrimonio "..... Nel programma anche la Messa, lo scambio delle riflessioni e il pranzo nel salone per declinare le riflessioni in qualche risata.
Mercoledì 3 febbraio, mattinata di ritiro per i sacerdoti del Vicariato di Mapello-Ponte. Meditazione, silenzio e adorazione a scandire la mattinata.

 Domenica 24: impegnativa giornata di lavoro per l'équipe educativa dell'oratorio di Cenate Sotto accompagnati dal parroco don Enrico. Aggiornamento, revisione e nuova programmazione. Tra impegni, programmi e sogni si sono riempiti menti, cuori e decine di fogli.

Sabato 23: pomeriggio di aggiornamento per i genitori del Gruppo Culturale 3C della Scuola Cittadini di Ponte San Pietro, sotto lo sguardo premuroso e interessato di Suor Carla Lavelli, la Direttrice della scuola.
Venerdì 22, giornata di ritiro dei frati di Baccanello; ogni mese qui la preghiera francescana tra antiche mura benedettine: uno solo è il Signore, ma l'unità in Lui si compone in carismi diversi. 
Domenica 10 e 17,animatori dell’Oratorio di Boltiere  in due gruppi diversi,  con il curato don Luca, si incontrano per un ritiro di programmazione e nutrimento spirituale: sempre lieti di essere ospitati e di ospitarli, con l’aiuto di giornate splendide di corona degli  Appennini, e del sole al tramonto che li avvolge nel rosso di sere – spente le luci artificiali.  >>>  Moltissime persone di ogni età arrivano in preghiera nell'abbazia, favoriti da queste giornate limpide; i piccoli gruppi occasionali chiedono di essere aiutati a leggere la storia di queste pietre abitate per trecentocinquant'anni da monaci benedettini, e poi da signorotti, e poi da contadini...

Sabato 9: la mattina, don Angelo da Calolzio celebra una Messa di ringraziamento per il quarantesimo anniversario di matrimonio di una coppia di amici. >>> Nel pomeriggio un gruppo di adolescenti in gemellaggio tra Ranica e Sotto il monte, guidati da don Francesco e don Leonardo, avviano la loro permanenza da noi fino a domenica pomeriggio.
Lunedì 4 gennaio: in mattinata ospitiamo i novizi della Comunità Francescana di Baccanello con i Maestri Fra' Lorenzo e Fra’ Pio per un momento di "preghiera formativa".   >>>   Verso mezzogiorno raggiungono la nostra Abazia un piccolo gruppo di teologi e sacerdoti del Seminario di Parma. Dopo il pranzo, momento di condivisione e Santa Messa in Abazia.  >>>   A sera, allegro raduno di coppie di S. Lucia in Bergamo attorno al rettore per lo scambio di auguri del nuovo anno. 

  Natale – Lode al Signore per la preghiera che dalla notte tra il 24 e il 25 si è estesa per tutti giorni natalizi: nel giorno, nella festa della santa famiglia di Nazareth, nell’Epifania e nel ricordo del Battesimo di Gesù al Giordano_ Tante persone sempre, a condividere le celebrazioni, facendo la gioia di queste antiche pietre_ 

Lunedì 14 dicembre: mattinata di ritiro per la Comunità Francescana di Baccanello,  tanto silenzio per sentire meglio il "suono dell'attesa".
 Domenica 13: pomeriggio di ritiro per il gruppo catechisti della parrocchia di Sotto il Monte e Botta. "Accogliere il Signore come Maria" è il tema scelto da don Leonardo come filo conduttore delle meditazioni. La sera a conclusione della giornata,  solenni vespri in Chiesa "all’intenso" profumo di incenso.

 Venerdi 11 e sabato 12, ospitiamo in accoglienza il Gruppo di preghiera  "In cammino per incontrare Gesù " per il loro ritiro in preparazione al Natale. Rosario e Adorazione a scandire i tempi della notte di venerdì,  meditazione confessioni e Adorazione a regolare i tempi del sabato. Padre Alfredo del PIME di Sotto il Monte conclude il ritiro con la celebrazione della Santa Messa in Abazia. Prima dei saluti e degli auguri, pizza per tutti nel salone grande della Rettoria.
 Sabato 12 dicembre : una ventina di persone, provenienti da diversi paesi della Provincia, legati dalla comune passione per la ricostruzione degli alberi genealogici delle diverse famiglie bergamasche, perciò "topi da archivi" soprattutto parrocchiali, fanno visita guidata alla nostra Abazia. Ascoltatori molto interessati e molto preparati.
Giovedì 10, ultimo appuntamento con le Meditatio di Moltefedisottolostessocielo. Bellissima riflessione di don Roberto Vignolo sulla figura di Maria Maddalena, discepola fedele.

 Lunedì 7: solenne apertura dell'anno giubilare in Abbazia, “In Vigilia”, con un Vesperale di ascolto: della Parola - con la predicazione del Rettore su Isaia 61 e Levitico 25;  della musica che rinfranca il silenzio dell’anima - con il quartetto d’archi dell’orchestra di Lecco, che esegue musiche del settecento.
 Sabato 5, la sera: un gruppo di parenti e amici si ritrovano in Abazia per ricordare Donatella, scomparsa prematuramente. Prima la Messa celebrata dal Rettore, a seguire un quartetto d'archi esegue lo Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi accompagnando voci di soprano e tenore.
 Giovedì 3: per il ciclo Moltefedisottolostessocielo, Cristina Simonelli, teologa e insegnante, illustra la figura di Tamar, la vedova, rilevando quanto il diritto di giustizia vada riconosciuto a tutti.
Lunedì 30 novembre, di sera, ritiro di inizio Avvento per il gruppo dei catechisti della Parrocchia di Presezzo, sapientemente guidati dal parroco don Giacomo. Santarellino  Domenica 29, di ritiro per una trentina di giovani della Comunità Cattolica Filippina di Bergamo. Meditazioni, condivisione, Messa e Adorazione a scandire la giornata. Il grazie è per don Virgilio, arrivato dalle Filippine da pochi mesi per seguire la Comunità.    >>>   Nel pomeriggio sostano in Chiesa per un breve momento di preghiera il gruppo dei chierichetti delle medie della Parrocchia di Levate accompagnati dai genitori e dall'educatore. In pellegrinaggio verso Sotto il Monte non hanno potuto, a loro dire, non passare da qui... Bello! Santarellino  Da sabato 28 a domenica 29, ospitiamo in accoglienza una ventina di ragazzi dei Gruppi Scout di Brembate e Dalmine. Domenica mattina partecipano alla Messa comunitaria prima di partire lungo i sentieri del Monte Canto... sulle orme di Sant 'Alberto. Santarellino  Sabato 28, pomeriggio di ritiro in preparazione all'Avvento del gruppo scout Masci di Treviglio guidati da Padre Giambattista dei Padri Bianchi Missionari d'Africa di Treviglio. La sera messa "d'avvento" in Abazia prima della cena condivisa in allegria nel nostro salone. Santarellino  Giovedì 26, per Moltefedisottolostessocielo interessante lezione del prof. Andrea Grillo sulla figura biblica di Rut, la straniera. Santarellino  Mercoledì 25: incontro del Circolo di R-esistenza. Di chi scopre di quanto le paure, le divisioni e le barriere siano anche in mezzo a noi.  Santarellino  Domenica 22, giornata di presenze   >>>  Don Sandro Sesana  per un pomeriggio di ritiro con una coppia di futuri sposi accompagnati da genitori e testimoni.   >>>   Una quindicina di giovani di Cermenate, Como, legati da un'amicizia dovuta alla frequentazione del Convento francescano del Sacro Cuore, concludono il pellegrinaggio nel paese del Santo Papa Giovanni con una interessata visita guidata all'Abazia.    >>>   Ragazzi da poco Cresimati della parrocchia di Zogno, accompagnati dai genitori e dai catechisti sostano per una breve preghiera in chiesa, li attende il resto del cammino nel sentiero del bosco verso Sotto il Monte. A guidare cammini e preghiere, il parroco don Pasquale.  Santarellino  Giovedì 19, per le Meditatio di Moltefedisottolostessocielo, Suor Rita Giaretta commuove i presenti declinando l'episodio evangelico dell'incontro di Gesù con la samaritana con la sua intensa esperienza di vita fra le ragazze soggette al racket della prostituzione.  Santarellino  Lunedì 16, mattinata di silenzioso ritiro della Comunità Francescana di Baccanello.  Santarellino  Domenica 15, un gruppo di famiglie di Bergamo Redona e Lecco saliti per la messa e per una visita guidata alla storia e alla architettura della nostra Abazia, sono ospitati nel salone della Rettoria per il pranzo, vista la fredda giornata che non ispirava picnic all'aperto...  Santarellino  Da venerdì 13 a domenica 15, ospitiamo in accoglienza un gruppo di giovani del Vicariato di Scanzo_Seriate per il ritiro in preparazione all'Avvento. A guidarli nelle meditazioni e nella preghiera diversi sacerdoti del Vicariato incaricati della Pastorale giovanile. Culmine del ritiro la notte del sabato trascorsa in Adorazione nel silenzio della Chiesa.  Santarellino  Giovedì 12: lezione di Lidia Maggi, pastore battista, sulla figura di Miriam, la sorella di Mosè, per il ciclo Moltefedisottolostessocielo.

 Domenica 8 novembre: nel pomeriggio ospitiamo una dozzina di persone della parrocchia di Cusano Milanino, accompagnati dal parroco don Carmelo, saliti a Fontanella per una riflessione sui nuovi orientamenti scaturiti dal recente Sinodo sulla famiglia.

Da sabato 7 a domenica 8, in accoglienza ospitiamo un piccolo gruppo di Scout del gruppo Clan di Morengo.  Il gruppo scout di Brembate-1 è invece gentilmente ospitato per la notte dai titolari della Cantina Ravasio che mettono a disposizione uno dei loro prati per il montaggio delle tende. Nella  notte, il gruppo si ritrova in chiesa per la tradizionale Veglia in occasione della "partenza" del loro compagno Fabio, i ragazzi di Morengo invece si dedicano ad una riflessione nel chiostro dell'Abazia. Entrambi i gruppi partecipano alla Messa della Comunità la domenica mattina. La partenza, nel pomeriggio dopo il pranzo e ultimi lavori di gruppo.

Sabato 7, dal pomeriggio a sera inoltrata il gruppo famiglie giovani di S. Lucia in Bergamo si ritrovano qui per rilanciarsi nel nuovo anno con un confronto sul testo evangelico del “buon Samaritano”, il Rettore come elicitatore.

Giovedì 5, la sera Chiesa abbaziale piena per l'ascolto del vescovo Francesco che dà l'avvio al ciclo delle ACLI "Molte Fedi sotto lo stesso cielo" che si protrarrà per 5 settimane.

Mercoledì 4: nella mattinata ospitiamo i sacerdoti del Vicariato di Mapello-Ponte per il loro consueto ritiro. A guidare la mediazione Fra’  Paolo della Comunità dei frati Cappuccini dell'ospedale Papa Giovanni di Bergamo.    >>>    A sera, terzo incontro del Circolo di R-esistenza: di chi scopre quanto una parola può dire di noi e di quanta forza si nasconda nelle nostre fragilità.  

Nel fine settimana dal 31 ottobre al 1 novembre ospitiamo in accoglienza i ragazzi 17_18enni dell'oratorio di Curno con il curato don Alex e gli animatori. Momenti di condivisione per "riscoprire" la bellezza del crescere insieme.

Domenica 25 ottobre, la mattina momento di riflessione e preghiere in chiesa per un folto gruppo di ragazzi neocresimati della parrocchia di Cologno al Serio accompagnati dalle catechiste e dal Curato don Gabriele. Saliti a piedi da Mapello,  proseguono poi per Sotto il Monte "sulle orme di Papa Giovanni".   >>>   Nel salone della Rettoria periodico incontro di gruppo di amici legati al Movimento di Comunione e Liberazione.   >>>   Nel pomeriggio, le guide di Promoisola accompagnano alla visita della Chiesa il gruppo podistico di Valeggio di Villafranca _ Venezia,  giunto in bergamasca per partecipare alla ormai rinomata "Teremotata" di Terno d'Isola.

Lunedì 19 ottobre, la mattina. Nella quiete della Rettoria, ritiro mensile della Comunità Francescana di Baccanello.

Sabato 17 ottobre,  pomeriggio di fraternità per i genitori di Prima Biennio della Comunità del Liceo del Seminario di Bergamo. Saliti a piedi da Botta, prima nel chiostro e poi in Abazia si confrontano e meditano sul tema: "Germoglia e cresce: come, egli stesso non lo sa". A guidarli i tre sacerdoti della Comunità: don Luca, don Manuel e don Fabio. Cena per tutti in Rettoria,  grazie all'impegno della mamma e delle zie di don Manuel.

Giovedì 15 ottobre, la sera. Il gruppo di preghiera "In cammino per incontrare Gesù " si ritrova negli spazi della Rettoria per la prima delle due serate dedicate a "Forse che Giobbe teme Dio per nulla". Meditazione condotta da padre Alfredo della Comunità del PIME di SottoilMonte.

Domenica 11 ottobre, festa del Santo Papa Giovanni XXIII. L’icona custodita da più di un anno, “scritta” nel monastero benedettino della Santissima Trinità di Dumenza, viene esposta alla venerazione dei presenti alla solenne eucarestia delle 10,30.   >>>   Nel pomeriggio, don Emanuele Personeni, dell'unità pastorale di Ambivere Mapello Valtrighe, guida un intenso momento di preghiera per la pace in Terrasanta. Preghiera resa ancora più viva grazie alla testimonianza di suor Alicia, suora comboniana fino allo scorso anno missionaria a Betania. Ai  numerosi presenti, si aggiungono diverse persone salite a Fontanella per una passeggiata favorita dalla splendida giornata di sole. Prima dei saluti, merenda per tutti nel salone grande della Rettoria.

Sabato 10 ottobre: arrivati alla nostra Chiesa a piedi dalla Madonna del Castello di Ambivere, un piccolo gruppo di giovani animatori dell'Oratorio di Zanica conclude con una mattinata di preghiera e di meditazione la settimana di "con-dividenza". Settimana trascorsa nella vecchia casa parrocchiale della frazione Capannelle di Zanica, grazie all'impegno del loro curato don Mattia.

Giovedì 8 ottobre:
giornata di ritiro per i giovani del biennio di teologia del Seminario di Bergamo guidati dal padre spirituale don Silvano e dal vicerettore don Gianfranco. Meditazione e silenzio per quasi l'intera giornata. La santa Messa al tramonto porta al momento del ritorno in Città Alta.   >>>   Nella sera di giovedì,  il gruppo di preghiera "In cammino per incontrare Gesù" si ritrova nella nostra Chiesa per la recita del Rosario meditato, affidando a Maria l'impegno di tanti missionari sparsi nel mondo. 

 Mercoledì 7 ottobre: ritiro dei sacerdoti del Vicariato di Mapello-Ponte. A guidare la meditazione fra' Paolo della Comunità dei frati cappuccini dell'ospedale Papa Giovanni di Bergamo.   >>>   La sera, nell'ambito delle iniziative di Moltefedisottolostessocielo delle Acli di Bergamo, conversazione con il Maestro Mario Brunello, violoncellista di fama mondiale, in una chiesa stracolma. Lezione in parole e in musica sul segreto per custodire e ascoltare il silenzio. Il violoncellista, colpito dall'acustica dell'abbazia, senza pari in bergamasca,  è rimasto tanto incantato da ripromettersi di tornare ancora. 

 Martedì 6 ottobre: secondo incontro del Circolo di R-esistenza. Si scopre come un libro non dia risposte ma tante domande e solo qualche certezza... 

 Domenica 4 ottobre: un centinaio di persone della parrocchia di Cenate Sotto sale da Botta a piedi fino alla nostra Abazia per una giornata di fraternità. Dopo il pranzo negli spazi della Rettoria, la preghiera in Chiesa apre l'Assemblea parrocchiale di inizio anno. Tema di riflessione  Che senso ha essere di una Parrocchia? Argomento molto sentito e partecipato che porta la fine dei lavori ormai verso il tramonto (per la felicità del parroco don Enrico che tanto cuore ha messo nella preparazione della giornata). 

Sabato 3 ottobre. Accogliamo il piccolo gruppo dei ragazzi di V liceo del Seminario di Bergamo che, accompagnati dal vicerettore don Luca e dal padre spirituale don Fabio, raggiungono Fontanella a piedi da Città Alta. Dopo la notte ristoratrice delle fatiche del cammino,  la mattinata di sabato è dedicata alla meditazione, al confronto, alla celebrazione della Santa Messa. Dopo pranzo il rientro in Seminario.

Dal pomeriggio di sabato 26 a quello di domenica 27 settembre ospitiamo in accoglienza un  folto gruppo di ragazzi adolescenti della parrocchia di Prezzate,e accompagnati da Mario, l'educatore. Il loro fine settimana a Fontanella, segna per tradizione l'inizio degli impegni del nuovo anno pastorale. La domenica mattina partecipano alla Messa comunitaria e dopo il pranzo nel salone della Rettoria  riprendono il sentiero lungo la collina che li riporta al loro paese, degni eredi del loro antenato Sant'Alberto.  >>>   Nel pomeriggio di domenica 27: tradizionale pellegrinaggio dell'unità Pastorale di Ambivere Mapello e Valtrighe.  Arrivati a piedi dai vari sentieri che dai loro paesi salgono alla nostra Abazia, si raccolgono in una chiesa gremita, per la preghiera e per la lettura del documento "Instrumentum laboris", direttrice del nuovo anno pastorale e guida per rispondere al mandato evangelico di annunciare la lieta notizia. La merenda nel chiostro, ritempra tutti prima di ripartire verso casa.   >>>   In Cappellina periodico incontro dell'Associazione Physis, per tutta la giornata di domenica.

 Sabato 26, nel pomeriggio: ospitiamo gli educatori dei ragazzi adolescenti della parrocchia di Curno con il curato don Alex. Meditazione e preghiera per prepararsi alle nuove " fatiche". La giornata si conclude con l'adorazione eucaristica nella nostra Abazia, dove si aggiunge anche il parroco don Giancarlo che li ha raggiunti nel frattempo.

 Giovedi 24,  primo incontro del nuovo Circolo di R-esistenza, tutti pronti a ri-"nascere di nuovo". 

 Lunedì 21, dal pomeriggio alla sera inoltrata, la comunità diaconale diocesana dà inizio al ricominciamento annuale con una nutrita adorazione eucaristica, con una impegnativa prolusione del Rettore e con convivialità tra Ordinati, Candidati e Aspiranti, con rispettive mogli.

 Domenica 20: pomeriggio di ritiro per i catechisti della parrocchia di Albegno guidati dal parroco don Marco. Intenso lavoro, concluso con la cena nel salone della Rettoria prima di riprendere la strada verso casa.
Da venerdì 19 a sabato 20: in accoglienza si ritrovano un gruppo di animatori dell'oratorio di Bonate Sotto con il curato don Mattia per iniziare la programmazione delle attività del nuovo anno.

 

Domenica 6 settembre: Festa dei patroni Sant'Egidio e sant'Alberto celebrazione solennemente sobria alle 10, 30, e a seguire pranzo nel chiostro aperto a tutti quelli che volessero, portando o no la propria schiscetta da casa.  >>>  In mattinata ritiro predicato dal Rettore ad alcune coppie della parrocchia di Treviolo che festeggiano l’anniversario di matrimonio.

  Da venerdì 4 a domenica 6 settembre: in accoglienza ospitiamo una dozzina di animatori dell'oratorio di Boltiere accompagnati dal Curato don Luca che si dedicano alla programmazione delle attività del nuovo anno pastorale.

  Giovedì 3 settembre: ospite l'Associazione Anziani di Garlate _ Lecco. Il Rettore celebra l'Eucaristia in ricordo dei loro famigliari defunti. A seguire, visita guidata alla chiesa e pranzo al ristorante vicino alla Chiesa prima di scendere a Sotto il Monte per la preghiera nella cripta del Santo Papa Giovanni.  

  Martedì 1 settembre, all’inizio della notte: nella chiesa abbaziale colma di amici a parenti,  don Leonardo, vicario parrocchiale di Sotto Il Monte celebra una Messa in ricordo di Mauro, animatore dell'oratorio di Valtesse, prematuramente scomparso.

Ë  Lunedì 14 dicembre: mattinata di ritiro per la Comunità Francescana di Baccanello,  tanto silenzio per sentire meglio il "suono dell'attesa". Ë  Domenica 13: pomeriggio di ritiro per il gruppo catechisti della parrocchia di Sotto il Monte e Botta. "Accogliere il Signore come Maria" è il tema scelto da don Leonardo come filo conduttore delle meditazioni. La sera a conclusione della giornata,  solenni vespri in Chiesa "all’intenso" profumo di incenso.  Ë  Venerdi 11 e sabato 12, ospitiamo in accoglienza il Gruppo di preghiera  "In cammino per incontrare Gesù " per il loro ritiro in preparazione al Natale. Rosario e Adorazione a scandire i tempi della notte di venerdì,  meditazione confessioni e Adorazione a regolare i tempi del sabato. Padre Alfredo del PIME di Sotto il Monte conclude il ritiro con la celebrazione della Santa Messa in Abazia. Prima dei saluti e degli auguri, pizza per tutti nel salone grande della Rettoria.  ËGiovedì 10, ultimo appuntamento con le Meditatio di Moltefedisottolostessocielo. Bellissima riflessione di don Roberto Vignolo sulla figura di Maria Maddalena, discepola fedele.  Ë  Lunedì 7: solenne apertura dell'anno giubilare in Abbazia, “In Vigilia”, con un Vesperale di ascolto: della Parola - con la predicazione del Rettore su Isaia 61 e Levitico 25;  della musica che rinfranca il silenzio dell’anima - con il quartetto d’archi dell’orchestra di Lecco, che esegue musiche del settecento.   Ë  Sabato 5, la sera: un gruppo di parenti e amici si ritrovano in Abazia per ricordare Donatella, scomparsa prematuramente. Prima la Messa celebrata dal Rettore, a seguire un quartetto d'archi esegue lo Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi accompagnando voci di soprano e tenore.  Ë  Giovedì 3: per il ciclo Moltefedi, Cristina Simonelli, teologa e insegnante, illustra la figura di Tamar, la vedova, rilevando quanto il diritto di giustizia vada riconosciuto a tutti.

Rosa di Santa Maria

Il nome di battesimo della Santa non è quello con cui è universalmente venerata. Nata il 20 aprile 1586 a Lima, i genitori Gaspare Flores e Maria Oliva al fonte battesimale le imposero il nome di Isabel Flores. Non così il Cielo. Successe infatti che un giorno mentre la bimba di appena tre mesi dormiva nella sua culla, i passanti videro il suo volto divenire simile a una rosa sbocciata. Da allora la madre non volle chiamarla con altro nome che quello di Rosa. Alcuni anni dopo, però, mentre la fanciulla protestava davanti alla statua della Madonna del Rosario: «Perché mai io sola fra tutti non porto il nome impostomi nel Battesimo? E quello che porto, non mi viene forse dato per impulso di vanità?», la Madonna le apparve rassicurandola: «Il mio divin Figlio approva il nome di Rosa, ma vuole che vi aggiunga il mio. Perciò d’ora innanzi ti chiamerai Rosa di Santa Maria». Dunque non Isabel, né Rosa, ma Rosa di Santa Maria si doveva chiamare colei che avrebbe fatto della sua esistenza un dono alla Vergine.

Sempre vergine

Una volta che la giovane Rosa aveva portato un mazzo di fiori a Gesù, il Signore le apparve e tra tutti ne prese uno dicendole: «Rosa, tu sei questo fiore. Io lo prendo per me». Ecco l’aspirazione di tutta la sua vita: lasciare il mondo di cui aveva compreso la vanità ed essere solo di Cristo. All’età di 5 anni aveva già emesso il voto di perpetua verginità – ciò la rende ancor più simile alla Semprevergine, anch’Ella entrata nel tempio alla verdissima età di 3 anni –, tuttavia il desiderio di consacrazione divenne via via più esigente spingendola a chiedere di entrare tra le Clarisse di Lima.
Venne il giorno tanto atteso in cui lasciò la casa paterna, accompagnata dal fratello Ferdinando, ma successe un fatto imprevisto. Durante il tragitto, passando dinanzi alla chiesa di San Domenico, pregò il fratello di poter entrare a visitare per l’ultima volta la Madonna del Rosario. Entrata che fu, s’inginocchiò e si mise in preghiera. Il fratello, che aveva fretta, cominciò a richiamarla, dicendole che in monastero il tempo per pregare non le sarebbe certo mancato, ma la Santa, nonostante i ripetuti tentativi, non poteva alzarsi da lì, come trattenuta da una forza sovraumana. Comprese allora che la destinazione scelta non era quella designata da Dio e promise alla Vergine che se le avesse ridato la libertà di alzarsi, avrebbe senz’altro aspettato di conoscere i Sacri Voleri. La Madonna acconsentì sorridendo e non tardò a manifestare a Rosa la divina Volontà. Il giorno 10 agosto 1606, in quella stessa cappella della Madonna del Rosario, la giovane ventenne vestiva l’abito del Terz’Ordine Domenicano.

“Sicut lilium inter spinas”

Non può esservi espressione più adatta a evocare l’identità spirituale di questa Santa, del famoso versetto del Cantico dei cantici: come giglio fra le spine. La vergine peruviana infatti è passata alla storia dell’agiografia come una Santa penitente del calibro di Santa Maria Maddalena.
Crescendo, non solo aveva allontanato da sé ogni vanità nella cura del corpo e delle vesti ma, convinta che “Amore con amor si paga”, volle dare al Signore un ricambio d’amore quanto più simile al Suo. Da qui la proporzione gigantesca e quasi spaventosa della sua penitenza.
Il suo programma giornaliero di vita ha cifre sorprendenti: 12 ore di preghiera, 10 ore di lavoro manuale e 2 sole di riposo. Di notte, per poter pregare senza essere vinta dal sonno, si teneva sospesa ai chiodi di una croce un po’ più alta di lei e appoggiata al muro. Tra le altre preghiere, durante questo tempo recitava, con particolare devozione, le Litanie lauretane in onore della Madonna. Fu il suo direttore spirituale a moderare il fervore della Santa, imponendole maggior tempo per il riposo. La mattina dopo un sonno così scarso e scomodo, la natura faticava a svegliarsi. La Santa ricorse come di consueto all’aiuto della Madre divina pregandola a svegliarla all’ora stabilita. La Madonna si assunse l’incarico, svegliandola ogni giorno delicatamente. Una mattina al richiamo della Madonna che come al solito le diceva: «Levati, figlia, ecco l’ora della preghiera», la Santa rispose: «Cara Madre, io mi levo, mi levo», ma il sonno la colse nuovamente. La Santissima Vergine allora le si avvicinò di nuovo, la toccò e le disse: «Levati, o figlia, è la seconda volta che ti chiamo». La Santa questa volta aprì immediatamente gli occhi, ed ebbe appena il tempo di vedere il volto soave della Madonna.
Basterebbe questo episodio per comprendere quale intimità univa Madre e figlia, e la sua vita è tutta intessuta di tali preziosi episodi. Un altro giorno, per esempio, mentre la Santa pregava nella chiesa di San Domenico, improvvisamente si ricordò di aver lasciato su qualche mobile della camera uno strumento di penitenza. Turbata perché qualcuno l’avrebbe potuto vedere, pregò la Madonna che lo nascondesse. Detto fatto: quando tornò a casa lo trovò rinchiuso in un ripostiglio, messovi dall’Angelo Custode per ordine di Maria Santissima.

L’ultimo sorriso

Consumata dalla penitenza, offerta per la salvezza dei peccatori e la conversione delle popolazioni indigene, si avvicinò per lei piuttosto presto il tempo di passare da questa all’altra vita. Quel che temeva non era una vita breve, ma unicamente una vita vuota d’amore, fu per questo che al sentore della fine imminente, pur avendo solo 31 anni, non poté che rallegrarsi, realizzando di aver dato veramente tutto al Suo Signore. Ma prima avrebbe dovuto soffrire ancora molto. Durante la sua agonia ebbe a esclamare: «So bene di meritare ciò che soffro; ma non avrei mai creduto che tanti mali potessero riversarsi su un corpo umano e diramarsi così in tutte le membra... Nondimeno si compia in ciò, come in tutto il resto, la divina Volontà».
Qualche giorno prima di morire le fu dato il Santo Viatico e l’Estrema Unzione, e fu rapita in un’estasi d’amore. Morì solo dopo aver rinnovato i suoi voti religiosi, ripetendo più volte: «Gesù, sii con me!». Era la notte del 23 agosto 1617.
Dopo la morte, quando il suo corpo, accerchiato da ogni parte da gente esultante di devozione, fu trasportato nella Cappella del Rosario, la Madonna da quella statua dinanzi alla quale la Santa tante volte aveva pregato le sorrise ancora, per l’ultima volta. La folla presente gridò al miracolo.
Quel sorriso è il segno del più bel compiacimento che la Madre divina volle mostrare per una vita spesa interamente in una eroicità d’amore con pochi eguali.

Autore: Rito Cascioli

Fonte: Il Settimanale di Padre Pio